Lasciapassare verde (Green pass) rafforzato? Sergio Berlato (FdI-ECR): un mezzo gravemente discriminatorio e ghettizzante

Covid, lasciapassare verde (Green pass)
Lasciapassare verde (Green pass)

Abbiamo depositato una nuova interrogazione urgente – scrive nella nota che pubblichiamo sul Lasciapassare verde (Green pass)  il vicentino Sergio Berlato, Deputato italiano FdI ECR al Parlamento europeo – per chiedere alla Commissione Europea di verificare il rispetto delle normative comunitarie da parte del Governo italiano. Non c’è più limite al peggio e il Governo italiano ne è l’esempio. Il lasciapassare verde non ha avuto alcuna efficacia e allora perché non potenziarlo? Sembrerebbe una barzelletta e invece è la dura realtà dei fatti.

on. Sergio Berlato, Deputato italiano al Parlamento europeo MEP Parlamentare europeo del Gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei
on. Sergio Berlato, Deputato italiano al Parlamento europeo MEP
Parlamentare europeo del Gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei

L’assurdità è che il Governo continua a concentrarsi solo sul lasciapassare verde per aumentare il numero degli inoculati, obiettivo praticamente impossibile, perché la quota degli inoculati è già molto alta anche se confrontata a livello europeo. Invece di discriminare i cittadini, perché non potenziare tutto ciò che manca e che invece è fondamentale per combattere il COVID? Potenziamento dei trasporti? Investimenti sulla sanità territoriale e sulla messa in sicurezza degli edifici scolastici?

Invece no e guai a chi parla di trasporti e cure domiciliari. E come se non bastasse questo lasciapassare verde rafforzato non rispetta i dettami del considerando 36 del Reg. UE 953/2021 che sancisce il divieto di discriminazione nei confronti di coloro che non possono vaccinarsi o hanno scelto di non vaccinarsi.

Dobbiamo fermare questo dispotismo che non ha nulla di illuminato.

Sergio Berlato

Deputato italiano FdI ECR al Parlamento europeo