Lite familiare a San Bortolo (Vicenza), padre minaccia con una pistola scacciacani il figlio: l’intervento delle Volanti

Una volante della polizia di Stato
Una volante della polizia di Stato
- Pubblicità -

Ad allertare il 113, nel primo pomeriggio di ieri, un uomo, vittima a Vicenza di minaccia aggravata ad opera del padre. Nella telefonata alla sala Operativa della Questura ha riferito di essere stato minacciato dal padre che, dopo avergli puntato una pistola, lo ha obbligato ad uscire di casa.

Immediato l’allarme alle Volanti di turno che si sono recate sul posto. Con la massima attenzione e utilizzando tutte le precauzioni del caso, gli Agenti sono entrati nell’appartamento (in zona san Bortolo) ed hanno effettivamente trovato l’anziano che, seduto sul letto, impugnava l’arma.

A seguito di una lunga trattativa, i poliziotti sono riusciti a disarmare l’uomo e dopo averlo allontanato dalla stanza, hanno verificato l’arma scoprendo che si trattava di una replica a salve.

 

All’origine della lite familiare antichi dissapori tra padre e figlio. L’arma, che aveva ancora il tappo rosso,è stata acquisita dagli Agenti.

Al vaglio degli investigatori dell’U.P.G.S.P. la posizione di entrambe le parti.

-Pubblicità-