I dati relativi alla pandemia di covid in Cina non forniscono un quadro accurato della situazione nel Paese e sottovalutano il numero di ricoveri e di decessi causati dalla malattia, ha dichiarato un alto funzionario dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, e crescono le preoccupazioni per la rapida diffusione del virus nella seconda economia mondiale.

I migliori scienziati cinesi hanno presentato a un gruppo tecnico consultivo dell’OMS i dati che dimostrano che nessuna nuova variante di coronavirus è stata trovata nel Paese di 1,4 miliardi di persone.

Questo potrebbe alleviare alcune preoccupazioni sull’epidemia da quando Pechino ha bruscamente invertito la sua politica “zero covid” il mese scorso, ma i commenti dei funzionari dell’OMS sono stati la critica più chiara alla recente gestione della pandemia Covid da parte della Cina.

Le analisi hanno sottolineato le preoccupazioni circa l’accuratezza e la disponibilità dei dati di Pechino che potrebbero ostacolare la lotta contro la malattia che ha ucciso più di 6,7 milioni di persone e ha messo in subbuglio le economie globali.

Dopo l’inversione di rotta, la Cina ha registrato cinque o meno decessi al giorno, ma molte pompe funebri e ospedali cinesi affermano di essere sovraccarichi e gli esperti sanitari internazionali prevedono almeno 1 milione di decessi legati al covid in Cina quest’anno senza interventi urgenti.

Abdi Rahman Mahamud, direttore del dipartimento di coordinamento delle allerte e delle risposte dell’OMS, ha avvertito che potrebbe esserci un’altra ondata di infezioni quando le famiglie si riuniranno per le vacanze del Capodanno lunare in Cina tra poche settimane – uno dei periodi di viaggio più affollati.

Fonte: The Vision