Un concerto di contagiosa energia per il secondo appuntamento di Postounico a Lonigo. Giovedì 30 giugno, alle 21.15 il palcoscenico del Festival della musica nei luoghi dell’arte è tutto per Chiara Santagiuliana. Ad affiancarla sulla scena di Villa delle Rose, a Corlanzone di Alonte, sono le due “sisters” Elena Sbalchiero e Silvia Balzarin con Andrea Tarozzi al pianoforte, Federico Valdemarca al contrabbasso e Graziano Colella alla batteria.

Si parte dai travolgenti boogie woogie per lasciarsi coinvolgere dal vorticoso I Got Rhythm, poi dal dolcissimo Over The Rainbow fino ad ascoltare un medley di celebri brani italiani come Quel motivetto, Tulilem Blem Blum, Tuli Tuli Pan e Crapa Pelada.

L’evento-spettacolo del festival itinerante organizzato dal Comune di Lonigo, con il suo Teatro Comunale, è impreziosito dal racconto di aneddoti storici, con costumi ed oggetti dell’epoca in scena.

Un viaggio nel jazz vocale in Italia, partendo dagli anni Venti per arrivare agli anni Sessanta. Un modo per capire come questo nuovo genere musicale abbia fatto breccia nel nostro Paese e che influenze abbia avuto sui musicisti italiani, fino a farli diventare loro stessi compositori di brani divenuti poi degli standard internazionali.

Il progetto è stato ideato e realizzato da Chiara Santagiuliana, docente di canto jazz presso l’Istituto musicale di Thiene, che ha coinvolto anche altri insegnanti della scuola e due tra le sue migliori allieve. Quasi tutti gli arrangiamenti sono di Santagiuliana, così l’adattamento dei testi che, dove possibile, hanno incorporato nei brani una parte originale in inglese e una parte in italiano dove esistente, per far comprendere meglio il modo di intendere questo genere.

La cantante è stata corista per la Rai nelle trasmissioni di Paolo Limiti e in seguito solista del gruppo Seivocisei ospite, tra gli altri, di Fiorello a Viva Radio Due. Collabora come solista con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo. Direttrice dei corsi di musical della Compagnia del Villaggio (Cdv) Lab dal 2006, svolge un’intensa attività didattica presso le principali scuole di musica del Vicentino ed è stata vocal coach degli artisti della Cdv fino al 2018 per varie produzioni.