Metadone sottratto da italiano ai domiciliari presso comunità “Airone” di Agugliaro: dopo ricovero in ospedale i CC lo riportano in carcere

302
Metadone sequestrato da carabinieri
Metadone sequestrato da carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Vicenza, nella mattinata del 2 gennaio 2019, hanno eseguito l’ordine di carcerazione del G.I.P presso il Tribunale di Palermo nei confronti di Luigi Zerno, 33enne, residente nel capoluogo siciliano, che si era appropriato di metadone presso la comunità in cui era ai domiciliari. Questo è un provvedimento abituale per tentare prioritariamente il recupero di tossicodipendenti in arresto. L’uomo, però, nelle settimane scorse, mentre si trovava agli arresti domiciliari presso la comunità di recupero “Airone” di Agugliaro, sottraeva dall’armadietto farmaceutico del metadone che ingeriva in quantità tale da richiedere il suo ricovero presso l’ospedale civile di Vicenza.

Il comportamento tenuto veniva segnalato, da parte dei Carabinieri della Stazione di Campiglia dei Berici, all’Autorità Giudiziaria che, preso atto, disponeva il ripristino della custodia cautelare in carcere. Nello specifico  l’arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva accompagnato presso la casa circondariale “Del Papa”, meglio conosciuta come carcere di San Pio X a Vicenza.