Controlli a Montecchio Maggiore, disposti da questore Vicenza Sartori: 3 avvisi, 2 fogli via, 5 ordini di allontanamento territorio nazionale

Montecchio Maggiore, forze dell'ordine in azione (foto d'archivio)
Montecchio Maggiore, forze dell'ordine in azione (foto d'archivio)

Nel pomeriggio di ieri, e sino a tarda serata, le oramai consuete operazioni interforze di controllo del territorio hanno interessato il Comune di Montecchio Maggiore e le zone limitrofe.

A seguito, infatti, dell’ incontro avvenuto tempo addietro tra il Questore della Provincia di Vicenza Paolo Sartori  – scrive nella nota che pubblichiamo a sua firma (qui la sua azione dal suo insediamento in città e provincia, ndr) –ed il Sindaco del Comune di Montecchio Maggiore (Gianfranco Trapula, ndr) nel corso del quale i vertici della Amministrazione locale avevano evidenziato alcune problematiche sul tema della sicurezza e dell’ordine pubblico, il Questore ha nuovamente disposto con Ordinanza una mirata attività di controllo straordinario nell’area urbana interessata, con la partecipazione di contingenti di tutte le Forze dell’Ordine e della Polizia Locale.

Nel dispositivo sono stati impiegati circa 30 uomini appartenenti alla Questura di Vicenza, all’Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza, che ha impiegato un’unità cinofila, ed alla Polizia Locale di Lonigo, supportati dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato.

Così come concordato in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, la prevenzione e la repressione dei vari fenomeni delinquenziali e delle problematiche che derivano dal degrado urbano – in particolare lo spaccio di sostanze stupefacenti e gli episodi di microcriminalità diffusa – che solitamente si manifestano in alcune specifiche aree dei vari contesti territoriali, rappresentano un obiettivo primario, da perseguire in tutti i Comuni della Provincia, e ciò al fine di garantire un’elevata qualità della convivenza civile.

L’obiettivo principale, pertanto, è quello di prevenire e contrastare in maniera adeguata i reati che destano maggiore allarme sociale e di aumentare, al contempo, la presenza e la visibilità delle Forze di Polizia sul territorio.

Nel corso delle operazioni di Polizia, inoltre, sono stati effettuati mirati controlli presso la Stazione degli Autobus di Montecchio Maggiore, utilizzata dagli studenti degli Istituti scolastici della zona; in tale contesto sono stati effettuati altresì alcuni controlli specifici mediante l’impiego del Cane antidroga della Guardia di Finanza. Le altre aree urbane che sono state ispezionate sono il Centro storico di Montecchio Maggiore, i Parchi pubblici, la Pista ciclabile e le vie limitrofe. Particolare attenzione è stata rivolta, infine, al controllo di alcuni Esercizi Pubblici e degli avventori.

Durante le attività operative – anche in occasione dei 4 Posti di Controllo effettuati lungo le arterie che conducono nel Centro abitato – sono stati controllati 2 Esercizi Pubblici, 573 autoveicoli e 49 persone, di cui 18 stranieri e 11 con precedenti penali e/o di Polizia.

Al termine di tutte attività effettuate ed a seguito di istruttoria della Divisione Anticrimine e dell’Ufficio Immigrazione il Questore, quindi, ha adottato i seguenti Provvedimenti:

2 Fogli di Via Obbligatori dal Comune di Montecchio Maggiore, per un periodo di 3 anni, nei confronti di soggetti gravati da precedenti penali e/o di Polizia, residenti in altri Comuni e senza alcun titolo per permanere legalmente nel territorio di Lonigo.

3 Avvisi Orali (Misura di Prevenzione prevista dal Codice delle Leggi Antimafia) nei confronti di altrettanti cittadini italiani e non con precedenti penali e/o di Polizia, per reati di varia natura a causa dei quali denotano una spiccata pericolosità sociale.

5 Ordini di Allontanamento dal Territorio Nazionale nei confronti di 2 cittadini nigeriani, di un cittadino della Repubblica Togolese in Africa Occidentale e di un cittadino del Ghana, i quali, fermati durante i controlli, sono risultati gravati da precedenti Penali e /o di Polizia di varia natura. Gli stessi hanno ora 7 giorni di tempo per lasciare il nostro Paese, in caso contrario verranno accompagnati coattivamente alla Frontiera.

“E’ molto importante che le attività di controllo attuate dalle Forze di Polizia si concentrino, oltreché nel Capoluogo, anche nei restanti Comuni della Provincia, poiché anche lì vi sono aree urbane che più di altre appaiono potenzialmente inclini a divenire luoghi di degrado e di ritrovo abituale di individui dediti alla commissione di reati. Per tale ragione – ha evidenziato il Questore Sartori – sono stati nuovamente predisposti controlli nel Comune di Montecchio Maggiore e nelle zone limitrofe, così da evitare che tali soggetti possano radicarsi illegalmente in questo contesto urbano e che, di conseguenza, con i loro comportamenti, possano destare particolare allarme sociale e compromettere la civile convivenza”.

Giovanni Coviello (nato l'8-12-1950) è il direttore responsabile di ViPiu.it, nata come testata cartacea VicenzaPiù il 25 febbraio 2006, poi cresciuta dal 2008 con la sua versione web, che ha integralmente sostituito quella cartacea dal 1° gennaio 2016, e che, da due anni, ha assunto la denominazione attuale, non connotata geograficamente, a significare che il quotidiano web indipendente si occupa di notizie e approfondimenti su Veneto (focus Vicenza), Nord est in genere, Lazio con focus su Roma istituzionale e storica, Riviera di Ulisse e Monti Aurunci, Italia e uno sguardo su Europa e mondo. Dopo un'iniziale esperienza da ingegnere elettronico come ricercatore volontario universitario a Roma (1976) e il servizio militare in Marina Militare come ufficiale di complemento (Accademia di Livorno, 1976-78) ha maturato varie esperienze di vertice, nazionali e internazionali, nel settore dell'informatica (1978-1993), ha ricoperto cariche in Confindustria Roma e Apindustria Vicenza, quindi si è occupato di marketing e gestione sportiva di vertice (volley femminile di A1 a Roma e Vicenza) anche da vice presidente della Lega di Pallavolo Femminile di serie A, è stato direttore editoriale di un inserto di marketing internazionale su Pc Week (Mondadori Informatica), collaboratore di Espansione (Mondadori), per poi concentrarsi direttamente dal 2008 sulle edizioni giornalistiche. È giornalista professionista, ha curato vari libri e pubblicato direttamente, tra questi, “Vicenza. La città sbancata”, “BPVi. Bugie Popolari Vicentine”, “BPVi. Risparmiatori ingannati. L’azione di (ir)responsabiltà”, “Roi, la fondazione demolita”.