Morti sul lavoro, Baldin (M5S): “Vittime di un sistema sbagliato, la Regione si costituisca parte civile quando si violano le norme di sicurezza “

125
Morti sul lavoro
Morti sul lavoro, per Erika Baldin (M5S) "Vittime di un sistema malato"

Erika Baldin, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio Regionale Veneto ha partecipato direttamente alla mobilitazione sindacale di oggi in occasione dello sciopero nazionale convocato dopo la strage di Firenze, e ha nuovamente ribadito la necessità di affrontare la drammatica questione dei morti sul lavoro. “Oggi piangiamo cinque morti e tre feriti – ha detto la consigliera -, vittime di un sistema malato. È ora di dire basta ad appalti e subappalti, lavoro precario e contratti pirata. Servono più controlli, più assunzioni nei servizi Spisal regionali e più risorse per la sicurezza sul lavoro. La settimana scorsa, prima del crollo a Firenze, ho depositato un’interrogazione assieme alla consigliera regionale Cristina Guarda, capogruppo di Europa Verde: abbiamo chiesto alla Giunta regionale di costituirsi come parte civile in tutti i processi per omicidio colposo aggravato da violazione delle norme in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro. Con 101 infortuni mortali nel 2023 il Veneto è la seconda regione in Italia per numero di morti sul lavoro, superata solo dalla Lombardia. Sappiamo, dagli studi effettuati dagli Spisal, che la metà degli infortuni è riconducibile a una violazione delle norme sulla sicurezza: detta in altri termini, un infortunio su due, tra quelli gravi o addirittura mortali, poteva essere evitato”.

Quando esce un controllo – ha concluso Baldin – un’azienda su tre risulta fuorilegge: chiediamo quindi alla Regione di sostenere con maggiori risorse il sistema degli Spisal e, soprattutto, di assumere i 60 tecnici della prevenzione previsti dal Patto regionale per la sicurezza sul lavoro del 2018. Sono trascorsi sei anni, la scia di sangue nei luoghi di lavoro non si è interrotta e le carenze d’organico negli Spisal restano gravissime. Come si può fare sicurezza e prevenzione se manca il personale?”.