Nuova Bertoliana fuori dal piano triennale, Maltauro (Lega): “ecco il vero volto dell’amministrazione Possamai, chiacchiere molte e visione zero”

680
Nuova Biblioteca Bertoliana all'ex tribunale di Santa Corona, il sit-in con Jacopo Maltauro
Biblioteca Bertoliana all'ex tribunale di Santa Corona, il sit-in con Jacopo Maltauro

La cancellazione dei fondi destinati alla Nuova Bertoliana dal piano triennale delle opere pubbliche rappresenta un duro colpo per il futuro di Vicenza, secondo Jacopo Maltauro, Capogruppo della Lega in Consiglio Comunale (leggi anche «Jacopo Maltauro (Lega Vicenza): “Bertoliana s’ha da fare all’ex tribunale, presidente Visentin andava confermata”. Con lui i giovani come Guglielmo Buffoni». In seguito all’annuncio, Maltauro critica l’amministrazione comunale: “l’attuale amministrazione non ha una chiara visione e sembra concentrarsi solo sull’amministrazione ordinaria. Questo stralcio dei fondi destinati alla gioventù e al futuro della città sembra contraddire le promesse di cambiamento fatte durante la campagna elettorale“.

Maltauro sottolinea che l’amministrazione di centrodestra, in cui ha ricoperto il ruolo di consigliere delegato alle politiche giovanili, aveva fatto progressi significativi per il progetto della Nuova Bertoliana. Aveva condotto studi di fattibilità e sviluppato un progetto biblioteconomico ampiamente partecipato, destinando anche un cospicuo budget di circa 10 milioni di euro all’avanzo amministrativo e al piano triennale delle opere pubbliche. Questo investimento avrebbe dovuto portare alla creazione di una moderna e europea Biblioteca, rappresentando un passo avanti per Vicenza.

Tuttavia, l’amministrazione Possamai ha deciso di eliminare i finanziamenti previsti nel piano triennale per la Nuova Bertoliana, sostituendoli con un piano mirato alla manutenzione ordinaria. Maltauro esprime la sua delusione riguardo a questa decisione: “speravo in un maggiore coraggio e collaborazione per un investimento che coinvolge direttamente i giovani e il futuro della città“.

Il Capogruppo della Lega in Consiglio Comunale, dopo aver affermato, infine, che sembra che, almeno per l’attuale sindaco, lo sviluppo della città universitaria non sia una priorità, non si arrende e conta sui suoi colleghi dell’opposizione con cui sta organizzando iniziative di protesta e raccolta firme per sostenere il progetto della Nuova Bertoliana e incoraggiare uno sviluppo moderno e prospero per il centro storico di Vicenza e la sua comunità giovanile: “ci vuole più coraggio e meno chiacchiere da parte dell’amministrazione attuale”.