Obbligo vaccinale per 100 milioni di statunitensi: Joe Biden lo impone, deciso cambio di rotta rispetto alla cautela precedente

Trump vs Biden
Trump vs Biden
- Pubblicità -

(Fonte The Vision) Giovedì scorso il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato nuove regole di vaccinazione contro il Coronavirus che coinvolgeranno almeno cento milioni di suoi concittadini. Nello specifico, 80 milioni di lavoratori del settore privato, 17 milioni di operatori sanitari impiegati in strutture sovvenzionate con fondi federali e 2,5 milioni di dipendenti pubblici federali saranno obbligati a fare il vaccino. Si tratta di un deciso cambio di rotta rispetto alla cautela con cui Biden ha affrontato per settimane l’ipotesi di obbligo vaccinale.

Il costante aumento del numero dei casi e dei morti quotidiani ha però spinto la Casa Bianca verso una strategia più aggressiva. “Siamo stati pazienti”, ha detto Biden in riferimento a chi ancora rifiuta di vaccinarsi, “ma la nostra pazienza si sta esaurendo e il vostro rifiuto di vaccinarsi sta costando caro a tutti noi”. Le nuove norme impongono quindi a tutti i lavoratori di aziende private con più di cento dipendenti di essere vaccinati o di sottoporsi a un test di controllo almeno una volta a settimana. Inoltre prevedono multe ancora più severe per chi si rifiuta di indossare la mascherina dove richiesto, che nel caso degli aerei sono state raddoppiate. Secondo i dati dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie statunitensi, il 64,5% della popolazione adulta degli Stati Uniti ha completato il ciclo di vaccinazione e il 63% di tutta la popolazione ha ricevuto almeno una dose. L’introduzione dell’obbligo vaccinale è l’ultima spiaggia per convincere i circa 80 milioni di statunitensi che ancora non vogliono essere immunizzati, in quella che a fine luglio lo stesso Biden aveva definito come la “pandemia dei non vaccinati”.

-Pubblicità-