Vicesindaco di Vicenza Matteo Celebron: oltre mezzo milione di euro introitato dal Comune per altre due linee del tpl elettrico

- Pubblicità -

Nei giorni scorsi la giunta ha deliberato una variazione di bilancio d’urgenza per introitare 572.408,93 euro stanziati dal Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (Mims) per la progettazione di infrastrutture ed insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese.

Per quanto riguarda Vicenza, le risorse saranno destinate prioritariamente alla progettazione di fattibilità del completamento della rete portante del trasporto pubblico locale.

Due ulteriori linee ad alimentazione elettrica Brt (Bus Rapid Transit, già denominate Lam nella pianificazione comunale), già previste, a nord della città, all’interno del Pum, andranno ad aggiungersi, infatti, alla linea, da Ponte Alto alla Stanga, la cui realizzazione è ricompresa nell’ambito del progetto per l’alta velocità Av-Ac, tratta Verona-Vicenza.

L’attuale fase di redazione del Pums vede confermate queste previsioni e risulta quindi necessario procedere con la progettazione di fattibilità.

Il prossimo step riguarderà la pubblicazione della gara per la progettazione delle due ulteriori linee Brt. La disponibilità di progetti per tali infrastrutture è, infatti, passo indispensabile per accedere ai prossimi bandi che il Mims pubblicherà per il finanziamento di tali opere.

“Un’ulteriore conferma della scelta di questa amministrazione di investire nella mobilità elettrica – precisa il vicesindaco Matteo Celebron –: con la progettazione di due ulteriori linee su cui far transitare i veicoli flash charge andiamo ad integrare, infatti, l’infrastruttura già inserita nel progetto per l’alta velocità a beneficio dei nostri cittadini”.

 

-Pubblicità-