Papa Francesco nel Triveneto: gioia e gratitudine dei vescovi del Nordest

325
Russia aggressore Terremoto sisma Turchia Siria papa francesco
Papa Francesco Jorge Mario Bergoglio

I Vescovi del Nordest esprimono gratitudine e gioia per le visite del Papa: quella svolta a Venezia e quelle in programma a Verona e Trieste. Nella prima parte della recente riunione dei Vescovi del Triveneto a Zelarino, in provincia di Venezia, è stato sottolineato, con gratitudine e gioia, il significato e il valore delle tre visite a distanza di poco tempo di Papa Francesco alle Chiese della regione ecclesiastica: quella già avvenuta a Venezia il 28 aprile scorso e quelle in programma a Verona il 18 maggio e a Trieste il 7 luglio.

I vescovi hanno inoltre incontrato il nuovo Vicario giudiziale del Tribunale Ecclesiastico Regionale Triveneto mons. Tiziano Vanzetto, nominato di recente.

“Molti – si legge in una nota – gli argomenti toccati nella riunione, ad iniziare dall’aggiornamento sugli sviluppi del convegno catechistico regionale che si sta svolgendo lungo tutto quest’anno e con più momenti diffusi sul territorio.

Un annuncio che incontra la vita. Riscoprire il Battesimo porta della fede sarà, in particolare, il tema della giornata conclusiva del percorso svolto dai catechisti del Triveneto e in programma sabato 28 settembre 2024 ad Aquileia, in Friuli Venezia Giulia: chiamerà a raccolta almeno 800 persone – fedeli laici, sacerdoti, religiosi/e e vescovi – in rappresentanza delle 15 Diocesi del Nordest.

Tale appuntamento porterà a compimento un cammino di confronto ed approfondimento affrontato in chiave sinodale per guardare ed analizzare la realtà esistente delle comunità ecclesiali e della società di queste aree per giungere quindi ad una fase di discernimento e verifica ed infine indicare possibili attenzioni, priorità e vie di rinnovamento per l’annuncio del Vangelo a bambini, ragazzi, giovani e adulti”.

Un’altra comunicazione ha riguardato la prosecuzione della riflessione avviata dai Vescovi con la “due giorni” tenuta nel gennaio 2024 sul tema “Migrazioni e migranti: fenomeno epocale e incontro di popoli”, a partire da alcuni documenti preparati in questi mesi dalla Delegazione Caritas del Nordest e dalla Commissione regionale Migrantes. Un primo approfondimento e confronto tra i Vescovi è stato poi fatto in riferimento al progetto di riforma di autonomia differenziata alla luce dei principi e dei valori della dottrina sociale della Chiesa; il tema verrà ripreso in una prossima occasione.