Parcheggio abusivo nomadi, allontanato camper in via Lanza. Rucco: “deterrente efficace”

area rossa nomadi a Vicenza
area rossa nomadi a Vicenza
- Pubblicità -
Sui nomadi è sempre alta l’attenzione dell’amministrazione comunale sulle area a rischio di parcheggio abusivo. Dall’inizio del mese, nell’ambito dei pattugliamenti ordinari e anche in seguito a specifiche segnalazioni giunte da cittadini, la polizia locale ha eseguito 21 controlli nelle “zone rosse” a est ed ovest della città, ovvero in quei parcheggi in cui la sosta di camper e roulotte di famiglie nomadi è espressamente vietata da un’ordinanza del sindaco.
Lunedì mattina, in particolare, la pattuglia antidegrado ha individuato in via Lanza due caravan, di cui uno è risultato essere di proprietà di H.P., nomade di 29 anni, e inserito nell’ordinanza che elenca i mezzi per i quali sono vietati i parcheggi nella zona rossa. La nomade, arrivata sul posto durante i controlli degli agenti, è stata denunciata per violazione dell’ordinanza sindacale e ha rimosso spontaneamente il mezzo al di fuori della zona rossa.
La sosta del secondo caravan, non appartenente a nomadi, è risultata regolare. Sempre ieri mattina la polizia locale ha controllato anche i parcheggi della zona est dove, però, non sono stati rilevati mezzi appartenenti a nomadi.
“Ben vengano – dichiara il sindaco Francesco Rucco – le segnalazioni dei cittadini sulle soste abusive dei nomadi. Ho dato mandato alla polizia locale di raccogliere ogni input e di monitorare costantemente non solo la zona rossa, ma anche eventuali altre aree a rischio di accampamenti abusivi che generano degrado e situazioni di insicurezza. Sono pronto ad ampliare la zona vietata nel caso la situazione lo richiedesse, perché la minaccia della rimozione del mezzo si sta rivelando un deterrente efficace”.
-Pubblicità-