Parco della Pace Vicenza, Dal Pra Caputo (PD): “Sul Giardino Centrale siamo nella direzione giusta”

272
Donne vicentine Giardino centrale Parco della Pace
Stefano Dal Pra Caputo

Il Giardino Centrale del Parco della Pace di Vicenza, nella nuova versione rivista, può diventare il cuore pulsante dell’area verde“. Ne è convinto il consigliere comunale del Partito Democratico di Vicenza, Stefano Dal Pra Caputo.

Il parco cittadino sarà ridimensionato e modificato, come annunciato dall’assessore con delega al Parco della Pace, Leone Zilio, per renderlo sostenibile e fattibile con le risorse a disposizione.

In merito, Dal Pra Caputo sostiene che sarà “un punto di riferimento culturale che inviti residenti e turisti a esplorare e apprezzare la bellezza di questo spazio unico, grande cinque volte Parco Querini. Dopo mesi di incontri e discussioni siamo felici che il progetto sia stato ripreso in una nuova versione, ma che sia in linea con la visione originaria di Franco Zagari“, autore del progetto originario scomparso qualche mese fa.

“L’avevamo detto sin dall’inizio – ancora i consigliere dem – e siamo contenti che ci sia coerenza rispetto alla decisione presa. Ripristinare il Giardino Centrale era un dovere rispetto al percorso partecipativo di questo parco.

Il progetto del Giardino Centrale sarà realizzato con un budget massimo di 500 mila euro invece che 1 milione inizialmente stimato. “Questo è un grande passo avanti – ancora Dal pra Caputo -, considerando che nel 2022 l’opera prevista dal celebre progettista, scomparso nel giugno dello scorso anno, era stata cancellata dalla giunta Rucco” e sostituita con un’area attrezzata per il tempo libero.

“Con il Giardino Centrale come simbolo di questa rinascita, siamo sicuri che il parco diventerà un’attrazione imperdibile per chiunque visiti Vicenza. Ora sarà di fondamentale importanza continuare a lavorare per aprire quanto prima il Parco con una programmazione culturale di livello, come quella che sta nascendo con il Festival Biblico e Hangar Palooza Festival”, ha concluso il consigliere del Pd.