Pista da bob per Milano-Cortina, Zanoni (Pd): “Sarà ricordata per l’impatto ambientale e le risorse pubbliche sprecate”

181
Pista da bob e fondo comuni confinanti, interrogazione di Guarda

Ieri è stato approvato anche alla Camera il Decreto Milano-Cortina sulle Olimpiadi invernali. Uno degli argomenti dibattuti è stato la realizzazione della pista da bob a Cortina per il suo costo e impatto ambientale. Il consigliere regionale del Pd Andrea Zanoni, che sin dall’inizio ha seguito l’argomento e l’evolversi della situazione, spiega in un comunicato tutta la sua disapprovazione per il progetto della pista da bob, che definisce una scelta sbagliata che comporterà uno spreco di soldi pubblici. “I circa 130 milioni destinati a quest’opera – sostiene – potrebbero essere spesi per ben altri interventi che rispondano a reali bisogni dei cittadini. Inoltre questa scelta è insostenibile anche dal punto di vista ambientale perché è stato raso al suolo un lariceto di 500 alberi per lasciare spazio all’impianto”

Il consigliere Zanoni racconta di avere già visto i danni causati dal progetto: “Ho fatto personalmente un sopralluogo presso la zona dove sorgerà la pista e ho trovato un cimitero di alberi. La scelta di realizzare questa pista è contro il buon senso e gli obiettivi di sostenibilità indicati dall’Agenda2030 e dall’Unione Europea”.

Zanoni che ha condiviso sui social un video del suo sopralluogo, che ha ottenuto 600.00 visualizzazioni, prosegue dichiarando che c’è anche il rischio concreto che la pista non venga realizzata in tempo per l’inizio della competizione. “In questo caso, oltre al danno ci sarebbe la beffa. E secondo il cronoprogramma di cui sono in possesso ci sono già dei ritardi”. Il consigliere ecologista del PD conclude dichiarando “Alla destra non interessa la sostenibilità economica e ambientale e il rispetto del territorio; vuole solo fare propaganda dicendo di essere riuscita ad organizzare le Olimpiadi a Cortina”.