Politiche di genere Vicenza, la nuova consulta lancia “Basta”: giornate di riflessione e azione contro la violenza sulle donne

232
Da sinistra, Possamai, Sala, Nardin

Riflessione e anche azione. Sono i capisaldi del ricco programma messo in campo dall’assessorato alle pari opportunità del Comune di Vicenza in collaborazione con la nuova Consulta comunale per le politiche di genere e alcune associazioni cittadine in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre.

Basta” è il titolo emblematico della rassegna di eventi che rappresenta il primo atto della neonata consulta, composta da 38 realtà, tra associazioni, organizzazioni sindacali, categorie economiche e ordini professionali, tutti impegnati, secondo gli scopi statutari, in attività dedicate anche al perseguimento delle pari opportunità e della parità di genere.

I numerosi e variegati appuntamenti previsti dal 15 al 29 novembre, che comprendono convegni, mostre, spettacoli, opere collettive, flash mob, visite guidate e tavole rotonde,sono stati presentati oggi a Palazzo Trissino, in sala Stucchi, dalla vicesindaca con delega alle pari opportunità Isabella Sala insieme arappresentanti della nuova consulta comunale per le politiche di genere. Hanno portato il saluto anche il sindaco Giacomo Possamai e il presidente della Provincia di Vicenza Andrea Nardin.

«Presentiamo il programma di iniziative in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne realizzato con la nuova consulta per le politiche di genere e altri soggetti della città impegnati ogni giorno nel valorizzare il ruolo della donna nella società – ha sottolineato la vicesindaca con delega alle pari opportunità Isabella Sala -. Desideriamo che le settimane intorno al 25 novembre, periodo in cui ogni anno veniamo a conoscere la triste e inaccettabile statistica sullo stillicidio di femminicidi e violenze che accadono quotidianamente nel nostro Paese e nel mondo, siano occasioni di riflessione e di azione a cui tante cittadine e cittadini scelgano di aderire. Teatro, musica, seminari e occasioni più leggere come aperitivi culturali e sport per raccogliere fondi per i progetti di contrasto alla violenza: tante saranno le iniziative in città. La volontà con la nuova consulta è di proseguire durante l’anno nella promozione di una cultura contro la violenza di genere con l’auspicio di stilare un piano di interventi per la città che aiuti a superare un passo alla volta i tanti divari di genere che impediscono il raggiungimento delle pari opportunità».

«Siamo grate alle diverse realtà che, anche in questa occasione, hanno scelto di dedicare il ricavato di eventuali offerte raccolte nei diversi eventi alla nostra associazione – ha dichiarato Laura Zanichelli, vicepresidente di Donna chiama Donna-. Il ricavato sarà rivolto ad alcuni progetti specifici come la nuova stanza per minori e famiglie presso la Questura, il progetto dedicato alle donne che escono dal Centro Antiviolenza “Valigia di Caterina” e alle altre linee di impegno della nostra associazione, fra cui sempre molto importante per noi è la promozione della cultura del rispetto e delle pari opportunità nelle scuole».

Eventi per il 25 novembre

Si parte il 15 novembre con la mostra di abiti, all’Università di Vicenza, “Com’eri vestita?” a cura del Comitato Pari Opportunità – Ordine degli Avvocati di Vicenza (fino al 17 novembre). Il 17 novembre alle 19 a Remo Villa Cariolato si terrà l’aperitivo culturale “Mai più da sole – prevenire i reati, punire i colpevoli, proteggere le vittime”, proposto dall’associazione Domenico Cariolato. Il 18 novembre alle 21 il Kitchen Teatro Indipendente ospiterà lo spettacolo teatrale “Antigone – monologo per donna sola” di e con Debora Benincasa diretto da Amedeo Anfuso. Dal 20 novembre nelle sedi della Biblioteca civica Bertoliana sarà disponibile il percorso di lettura “#permelaviolenzaè secondo Michela Murgia” (con dépliant a disposizione nelle sedi della biblioteca e una vetrina tematica nella sede di San Giacomo). Il 24 novembre alle 18, al centro congressi di Confartigianato, due esperte toccheranno il tema della violenza verbale con l’evento “Attento a come parli!”. Il 24 novembre alle19 all’istituto Rossi andrà in scena lo spettacolo “Voci contro il silenzio” a cura del Soroptimist International Club Vicenza. Il ricavato verrà devoluto all’Associazione Donna Chiama Donna per l’allestimento di una stanza di accoglienza per donne e minori nella Questura di Vicenza

Numerosi gli eventi previsti per il 25 novembre in piazza San Lorenzo. Verrà realizzato il mandala composto da fiori a maglia e uncinetto, parte del progetto “Fleurs… ed io avrò cura di te” a cura dell’associazione Come un incantesimo, per raccogliere fondi a favore dell’associazione Donna Chiama Donna per l’allestimento di una stanza di accoglienza per donne e minori nella Questura di Vicenza (ore 10-18). Partirà da Campo Marzo alle 15.30 e arriverà proprio in piazza San Lorenzo la marcia silenziosa, appuntamento annuale contro la violenza sulle donne a cura dell’associazione italiana donne medico. In piazza si terrà alle 11 anche il flash mob del Coordinamento donne Cgil “Quanti generi di violenza?” e sarà presente, sempre il mattino (dalle 9 alle 12), il punto informativo della campagna della Polizia di Stato “Questo non è amore”.

Sempre il 25 novembre alle 15 le Gallerie d’Italia proporranno la visita guidata “Donne d’altri tempi” a Palazzo Leoni Montanari. “Mai più – preghiera ecumenica per l’eliminazione della violenza contro le donne” si terrà nella chiesa di San Lorenzo alle 19 a cura dell’Associazione Centro Documentazione e Studi Presenza Donna. Al cinema teatro di Sandrigo M.O.I.C.A Vicenza – Donne attive proporrà lo spettacolo “Fertili emisferi: donne e uomini tra musica e poesia”, alle 20.30.

Il programma di eventi prosegue anche oltre il 25 novembre.

Il Pala Altair 1963 il 26 novembre, dalle 9 alle 13, vedrà infatti l’evento fitness a favore del progetto “Valigia di Caterina” dal titolo “Women Power & Friends” a cura dell’associazione Maestro Asd. Il 28 novembre alle 18 appuntamento alla Cisl Vicenza per l’approfondimento “Continuando Elisa Salerno: donne e società Tra femminile e maschile, la ricerca di equilibrio per tessere relazioni di pace”. Il 29 novembre dalle 9.30 alle 12.30 all’hotel Tiepolo, Uil Veneto salute e sicurezza organizza la tavola rotonda dal titolo “Come prevenire la violenza di genere nei posti di lavoro”. Il 29 novembre alle 17.30 a Palazzo Trissino la quinta commissione consiliare tratterà il tema del linguaggio inclusivo. Infine, a Creazzo Arci darà avvio al progetto che si svolgerà per tutto l’anno “Eva è tutti noi, Insieme oltre il pregiudizio”.

Consulta il programma completo 

La nuova consulta

Aumentano i componenti della consulta comunale per le politiche di genere, passando da circa una trentina a 38. L’organo consultivo e di proposta della quinta commissione consiliare “Diritti e Pari Opportunità”, resterà in carica per l’intero mandato.

Nel dettaglio, i componenti sono AIDDA – Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti di Azienda, Whatsanext FabLab Dueville, Centro Documentazione e Studi Presenza Donna, AIAF Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori – Vicenza , L’Ideazione , G.A.G.A. (Gruppo Ascolto Giovani Arcobaleno) Vicenza, Associazione Soroptimist International, Fondazione Marisa Bellisario, Fidapa Bpw Italy, CNA Veneto Ovest, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza, Ordine Consulenti del Lavoro – Consiglio Provinciale di Vicenza, Città delle Donne, Associazione Convivium, Confartigianato Imprese Vicenza, Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Vicenza, MovimentiAmoci Vicenza APS , UIL Veneto Vicenza, AIDM | Associazione Italiana Donne Medico, Donna Chiama Donna APS, CGIL Vicenza, Centro Italiano Femminile di Vicenza – CIF, CISL Vicenza, Lions Vicenza Palladio, M.O.I.C.A. Vicenza – Donne Attive in Famiglia e Società APS, Diakonia Onlus Vicenza, Apindustria Confimi Vicenza, Associazione Ossidiana Centro Culturale e di Espressione APS, Lega Italiana per la lotta contro i tumori – Vicenza, Coldiretti Vicenza, Come un Incantesimo, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori delle Provincie di Vicenza, Associazione Fatebenesorelle, Casa di Cultura Popolare APS, Eurocultura, Volontariato in Rete – Vicenza, Federmanager Vicenza, Illustri APS.

——
Fonte: Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza