Pranzo di Pasqua a sorpresa al San Bortolo, Thomas Tedesco (Arcigay): “ci prendiamo cura della comunità”

355

Sono stati donati – riporta il Presidente Arcigay Vicenza Thomas Tedesco – 170 pasti alle seguenti unità: Pronto Soccorso, Malattie Infettive, Gruppo Operatorio, Rianimazione/UCIC, SUEM, Terapia Intensiva, Direzione Medica, Medicina, Geriatria, Pneumologia. Sono anche stati consegnati 15 pasti alla Protezione Civile C.O.. Ad attendere i volontari del direttivo di Arcigay in ospedale la Dottoressa Morelli della Direzione Medica del San Bortolo, il Dottor Massimiliano Zaramella dell’Obiettivo Ippocrate e Francesca Trivellato del progetto „PausaSospesa Pro Medici Infermieri e Operatori Ospedale S. Bortolo Vicenza“.

La ricezione dei pasti è stata assolutamente positiva, con i professionisti grati e contenti per il supporto. Non intendiamo fermare l’iniziativa solo a Pasqua. Infatti da martedì il personale SUEM del San Bortolo di Vicenza riceverà pasti caldi per 14 giorni. Con la sponsorizzazione del Gruppo Ascolto Giovani Arcobaleno di Vicenza verranno inoltre consegnati pasti caldi e uova di cioccolato martedì alla residenza per anziani Papa Luciani di Altavilla.

Ringraziamo per la felice riuscita dell’iniziativa gli sponsor Valerio Del Sasso e Toni Spezzapria e le attività partner i ristoranti “Ai sette santi” e “Giada”, la ditta “Garbuio” e il panificio “Campedello” e la Famiglia Morellato di Italian Beauty, che ha donato i prodotti per la cura della pelle, segnata da settimane di uso costante di guanti e mascherine.

Ricordiamo che per noi di Arcigay Vicenza prenderci cura della comunità e della nostra città è un impegno ed una responsabilità che sentiamo forte da sempre e che mai deve venire a mancare, nemmeno nell’incertezza in cui l’epidemia di Covid-19 ci ha trascinati.