Protezione civile di Vicenza. Il Sindaco Possamai: “La squadra c’è, generosa e professionale, ma servono più mezzi”

182
La squadra di Protezione Civile Comunale di Vicenza con il Sindaco Possamai
La squadra di Protezione Civile Comunale di Vicenza con il Sindaco Possamai

Una squadra di Protezione civile generosa e professionale, come si è visto nei giorni dell’emergenza appena trascorsi, però mancano i mezzi. È questo l’appello del sindaco di Vicenza Giacomo Possamai, che oggi a Palazzo Trissino ha voluto ringraziare i quaranta volontari del gruppo impegnati senza sosta durante la settimana dell’alluvione. Nel dare merito al lavoro fatto, il primo cittadino si è soffermato sulla situazione degli equipaggiamenti. «Quello che serve – ha affermato -, alla luce di fenomeni sempre più estremi e frequenti, sono i mezzi e le attrezzature per agire con efficacia. Per questo invitiamo le imprese del territorio che stanno dismettendo autocarri, rimorchi, escavatori o motopompe, a pensare a una donazione al Gruppo volontari di protezione civile».

Durante l’emergenza i volontari hanno effettuato oltre cinquanta interventi a sostegno dei cittadini, dalla consegna dei sacchi, all’aiuto nella realizzazione delle barriere, fino agli svuotamenti dei locali allagati con le pompe, collaborando con gli altri gruppi di protezione civile coordinati dalla Regione. «Ma avremmo potuto essere ancora più efficaci – ha commentato il coordinatore Giorgio Casaro – se avessimo avuto un maggior numero di mezzi in grado di muoversi nelle strade allagate».

Per questo il Comune chiede alle aziende del territorio di sostenere la protezione civile comunale con donazioni che, peraltro, godono di un regime di detrazione fiscale favorevole. Compresi i mezzi usati che per legge l’amministrazione non può acquistare, ma che – come nei casi di mezzi d’opera con scarsa tecnologica – potrebbero risultare ancora molto utili nelle emergenze.

L’assessore alla protezione civile Matteo Tosetto ha anche fatto il punto su come verranno affrontate eventuali prossime criticità: «Da parte nostra – ha spiegato Tosetto – siamo impegnati nella completa revisione del Piano comunale di emergenza, ancora incentrato sull’asta del Bacchiglione, alla luce degli effetti sul territorio dei tanti interventi di protezione idraulica attuati dopo l’alluvione del 2010 e dell’analisi degli eventi meteorologici di questi ultimi anni».

ELENCO MEZZI E ATTREZZATURE RICHIESTI

  • Bremack doppia cabina con cassone ribaltabile, gancio traino
  • Autocarro 4×4 con gru
  • Piattaforma aerea autocarrata
  • Rimorchio ribassato con sponde e rampe
  • Minipala multiaccessorio con verricello, forche, trincia, cabina riscaldata, gancio Traino, omologazione stradale
  • Escavatore 60 q.li con pinza per legna
  • Fuoristrada
  • Motopompe piccole con motore Honda
  • Libellula 5 pollice
  • Idrovora da 25mila
  • Accessori motopompe
  • Cippatrice
  • Motore idrogetto
  • Insacchettatrice a 4 coclee
  • Tute impermeabili

 

——
Fonte: Protezione civile, la squadra c’è ma servono più mezzi , Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza