Ragazzo scomparso a Schiavon, Prefettura apre piano per le ricerche: vigili del fuoco al lavoro con tecnologia Dedalo

363

Dalle 23 di giovedì i vigili del fuoco stanno operando per le ricerche di un 16enne che non ha fatto più rientro a casa a Schiavon (VI) e di cui non si hanno più notizie dal primo pomeriggio di ieri.

Le ricerche fanno campo base in località Mason Vicentino, nel comune di Colceresa (VI), posto dell’ultimo rilevamento della posizione del cellulare. Dopo l’apertura, da parte della Prefettura, del piano per le ricerche di persone scomparse, nella notte, hanno operato le squadre dei vigili del fuoco di Bassano del Grappa, della centrale di Vicenza e la squadra proveniente dal comando di Varese dotate di tecnologia Dedalo, utile per agganciare il telefono della persona scomparsa.

Da stamattina sono impegnati anche le unità cinofile, il nucleo SAPR (Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto) del Veneto, esperti in topografia applicata al soccorso e il reparto volo con l’elicottero DragoVF149 di Venezia che a lungo a sorvolato la zona controllando case ed edifici in disuso.

Sul posto anche la polizia locale i carabinieri e personale della protezione civile.

Le ricerche al momento hanno dato esito negativo.


qui tutte le notizie sui Vigili del fuoco e il sito ufficiale

Attività istituzionale Vigili del fuoco

Il Corpo nazionale, al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone e l’integrità dei beni, assicura gli interventi tecnici caratterizzati dal requisito dell’immediatezza della prestazione, per i quali siano richieste professionalità tecniche anche ad alto contenuto specialistico ed idonee risorse strumentali, ed al medesimo fine effettua studi ed esami sperimentali e tecnici nello specifico settore.

Sono compresi tra gli interventi tecnici di soccorso pubblico del Corpo nazionale:

  • l’opera tecnica di soccorso in occasione di incendi, di incontrollati rilasci di energia, di improvviso o minacciante crollo strutturale, di frane, di piene, di alluvioni o di altra pubblica calamità;
  • l’opera tecnica di contrasto dei rischi derivanti dall’impiego dell’energia nucleare e dall’uso di sostanze batteriologiche, chimiche e radiologiche.

Gli interventi tecnici di soccorso pubblico del Corpo nazionale si limitano ai compiti di carattere strettamente urgente e cessano al venir meno della effettiva necessità.
In caso di eventi di protezione civile, il Corpo nazionale opera quale componente fondamentale del Servizio nazionale della protezione civile e assicura, nell’ambito delle proprie competenze tecniche, la direzione degli interventi tecnici di primo soccorso nel rispetto dei livelli di coordinamento previsti dalla vigente legislazione.

Nell’ambito delle proprie competenze istituzionali, in materia di difesa civile:

  • fronteggia, anche in relazione alla situazione internazionale, mediante presidi sul territorio, i rischi non convenzionali derivanti da eventuali atti criminosi compiuti in danno di persone o beni, con l’uso di armi nucleari, batteriologiche, chimiche e radiologiche;
  • concorre alla preparazione di unità antincendi per le Forze armate;
  • concorre alla predisposizione dei piani nazionali e territoriali di difesa civile;
  • provvede all’approntamento dei servizi relativi all’addestramento e all’impiego delle unità preposte alla protezione della popolazione civile, ivi compresa l’attività esercitativa, in caso di eventi bellici;
  • partecipa, con propri rappresentanti, agli organi collegiali competenti in materia di difesa civile.