Regionali 2020, il consiglio di Moretti a Variati dopo il no alla sua candidatura: “ci ripensi”

preferenze Achille Variati e Alessandra Moretti ai tempi della prima giunta comunale
Achille Variati e Alessandra Moretti ai tempi della giunta comunale in cui erano sindaco e vice
- Pubblicità -

“Variati ci ripensi, perché può veramente rappresentare l’alternativa alla Lega e a Luca Zaia”. È l’auspicio – in una nota – di Alessandra Moretti, consigliera regionale e neo eletta al Parlamento europeo per il Partito Democratico, commentando il secco no dell’ex sindaco di Vicenza in merito a una sua corsa alle elezioni 2020 per Palazzo Balbi.

“Ho letto con dispiacere che Achille esclude categoricamente la propria candidatura per la presidenza della Regione e lo invito a ripensarci. E lo faccio perché nel 2015 toccò a me assumermi la grande responsabilità, verso il partito e verso i veneti, di condurre una battaglia difficile e rischiosa. Tuttavia credo che oggi come allora servano uomini e donne dello spessore politico di Achille Variati, fortemente radicati nel territorio. Proprio lui, che ha raccolto così tanto consenso in Veneto alle ultime Europee, può rappresentare un’alternativa al governo di Luca Zaia”.

“Mi rendo conto che si tratta di una sfida complicata visto il boom leghista, ma penso che non abbia timore di portarla avanti con generosità e impegno. Del resto è dal 1984 che Variati è in campo in Veneto: sindaco di Vicenza, poi consigliere regionale e infine presidente dell’Unione delle Province italiane. Le Regionali sono ormai alle porte e occorre lavorare per presentare una candidatura seria e credibile: chi meglio di lui potrebbe essere in grado di dare del filo da torcere alla Lega e alla destra più pericolosa di sempre?”.

-Pubblicità-