Rinnovata la convenzione tra Comune di Vicenza e Fism: confermato il contributo di 460 mila euro annui

513
rinnovata
Da sinistra Tolio, Rucco, Lago

È stata rinnovata anche per il triennio 2023-2025 la convenzione tra Comune di Vicenza e Federazione italiana scuole materne (Fism) che prevede un contributo annuale di 460 mila euro.

Un sostegno non scontato, dati i maggiori costi energetici a cui deve far fronte l’amministrazione, che è stato presentato oggi in sala Stucchi dal sindaco Francesco Rucco, dall’assessore all’istruzione Cristina Tolio e dalpresidente Fism Marco Angelo Lago. Sono presenti anche alcuni dei dirigenti degli istituti scolastici paritari di Vicenza.

“Come amministrazione abbiamo sempre lavorato – ha affermato il sindaco Francesco Rucco – per coinvolgere le scuole paritarie al fianco di quelle comunali e statali. Una collaborazione che avuto effetti positivi in diversi ambiti, dalla formazione agli eventi, motivo per cui riteniamo di rinnovare con convinzione il sostegno dato alla Fism. Nonostante le difficoltà di bilancio dovute prima alla pandemia ed ora all’aumento dei costi energetici, le risorse per la scuola, così come quelle per il sociale, vanno sempre salvaguardate. Ricordo inoltre che per non tagliare i servizi e salvaguardare anche la convenzione è stato fondamentale il supporto arrivato dagli utili, mai così elevati, di circa 15 milioni di euro di Agsm Aim”.

“Da quando ci siamo insediati l’attenzione per la Fism è sempre stata alta – ha continuato l’assessore all’istruzione Cristina Tolio – Abbiamo curato i rapporti con le scuole, inserendoleper esempio nella nostra mailing list per la condivisione delle informazioni, dai concorsi alle iniziative, rivolte alle statali e comunali. Con gli istituti abbiamo inoltre costruito un rapporto di collaborazione organizzativa e formativa, secondo il principio di uguaglianza delle possibilità offerte agli alunnicosì come previsto dalla Costituzione. Nei cinque anni di mandato abbiamo quindi assicurato sempre un sostegno importante, soprattutto nel periodo del Covid che ha colpito duramente anche le scuole paritarie”.

Il contributo è destinato alla conservazione ed alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici, delle attrezzature e degli impianti, e al loro funzionamento, all’acquisto di materiale didattico e d’uso e alle spese per il personale.

L’obiettivo è assicurare la continuità e l’efficacia del sistema formativo della città, al quale le scuole paritarie contribuiscono con quelle comunali e statali.

La convenzione tra Comune e Fism è stata avviata nel 2000 e rinnovata ogni triennio.

——
Fonte: Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza