Rinnovo carta d’identità, Colombara (Quartieri al Centro): “sbloccare portale online”

242
Villa Tacchi carta d'identità
Villa Tacchi carta d'identità

Da tempo il servizio di rinnovo della carta d’identità nel Comune di Vicenza avviene tramite prenotazione dell’appuntamento on line. Il servizio si è finora rivelato efficiente ed ha consentito di non far attendere i cittadini con inutili code.?? Da più di un mese si segnala tuttavia, secondo il consigliere di opposizione Raffaele Colombara (Quartieri al centro), da parte di molti cittadini l’impossibilità di poter usufruire del servizio: accedendo al portale on-line, non risulta disponibilità di date per il rinnovo del documento; ai cittadini che si sono recati presso gli uffici in Piazza Biade o Villa Tacchi e che chiedevano di poter prenotare almeno di persona, è stato risposto che era possibile accedere solo attraverso il servizio di prenotazione on-line: “un serpente che si morde la coda, un infernale loop senza uscita” afferma Colombara che a tal proposito ha presentato un’interrogazione.

“Altri cittadini che avevano interpellato l’URP non sono nella sostanza riusciti ad ottenere risposte diverse; ad alcuni è stato consigliato di controllare il sito di notte o di prima mattina per intercettare eventuali disponibilità. A qualcuno, infine, è stato semplicemente suggerito di utilizzare, nel frattempo, il passaporto.?Alcuni cittadini mi hanno dichiarato di avere scritto al sindaco ed inoltrato reclamo al Garante dei Diritti delle Persone (ex Difensore civico).??È a tutti noto che la proroga della validità dei documenti di riconoscimento e identità italiani, ai fini della sola identificazione personale, introdotta con la legge 27 novembre 2020, n. 159 (legge di conversione del Decreto Legge 7 ottobre 2020) scade il 30 aprile 2021, quindi tra pochi giorni. ?Molti cittadini, in vista di questa scadenza, si trovano quindi nell’impossibilità di poter avere a disposizione un documento valido dopo quella data.??Considerato che molto personale del Comune lavora in smart working; considerato soprattutto che il settore dell’Anagrafe, come peraltro molti altri del Comune, soffrono a causa della carezza di personale dovuta alla mancata assunzione di nuovi impiegati a fronte dei molti congedi degli scorsi anni;??tutto ciò premesso,
SI CHIEDE
all’amministrazione
per quali ragioni non siano disponibili appuntamenti on-line;
quali azioni intenda porre in essere per risolvere la situazione;
quanto sia il personale addetto e quale il volume di carte d’identità rinnovate e rilasciate nell’ultimo anno e nell’ultimo mese;
se vi sia in previsione un piano di potenziamento dell’ufficio e di assunzioni;
se abbia notizia di eventuali nuove proroghe dei termini di validità dei documenti, la cui scadenza è prevista ad oggi per il 30 aprile 2021.??Si ringrazia per la risposta per iscritto ed in aula”.