Sicurezza Vicenza, Sbrollini difende Possamai: “Il Governo non abbandoni la città a sé stessa”

211
Case di Comunità Veneto Fine vita sicurezza vicenza Maltempo
La senatrice di Italia Viva Daniela Sbrollini

Sul tema della sicurezza a Vicenza, molto di battuto di recente, interviene la senatrice vicentina di Italia Viva Daniela Sbrollini. “È un dato oggettivo – dice – che la delinquenza a Vicenza ci sia e non è più tollerabile. Ogni giorno è un bollettino di azioni vandaliche, di furti e di danneggiamenti. Così non va. Nei mesi scorsi si è chiesto una presenza maggiore delle forze di sicurezza. Fino a chiedere la presenza di pattuglie dell’esercito. Ora non si può più attendere. Il Governo centrale deve dare risposte. Concrete e all’altezza della situazione”.

Ma il problema della sicurezza – sottolinea la senatrice – non è limitato di certo soltanto a Vicenza: “Il tema della delinquenza si sta diffondendo in tutte le città italiane. Dove c’è più ricchezza, evidentemente ci sono più occasioni per delinquere. Vicenza, al pari di altre realtà venete, non fa eccezione. Ma noi vorremmo che la nostra città fosse più sicura e meglio difesa da questi atti di violenza.

Conosciamo tuttavia i limiti che le amministrazioni locali hanno. La Polizia locale può garantire la sua presenza fino ad una certa ora. Va da sé che da quel momento in poi, scatta il via libera per i delinquenti. Per questo trovo stantie le critiche al sindaco (Giacomo Possamai, ndr), così come non ho contestato la situazione della sicurezza che pure era presente con l’amministrazione precedente.

Credo invece che sia fondamentale il coordinamento con tutte le forze dell’ordine, carabinieri e polizia, esercito dove può esserci e security privata dove può essere coinvolta. Questo è obbligatorio se si vuole dare sostanza ad una copertura h24. Del centro come dei quartieri periferici. Chiediamo a Prefetto e Questore il massimo di attenzione. I rinforzi che servono devono essere richiesti, ma soprattutto bisogna ottenerli”.

Chiude la senatrice: “Io farò la mia parte, mi auguro che anche i colleghi di altri partiti si impegnino perché Vicenza ottenga da parte del Governo l’attenzione e la sicurezza che deve avere una città capoluogo di questo livello”.