Sondaggi in crescita, Zanettin: con Berlusconi un rinnovato consenso attorno a Forza Italia, un flop la candidatura di Letta a Vicenza

320
Sondaggi, Zanettin e Berlusconi
Sondaggi, Zanettin e Berlusconi

Onorevole Pierantonio Zanettin, alcuni recenti sondaggi danno in crescita Forza Italia. È realistico parlare di un aumento in termini percentuali a due cifre?

Siamo contenti dell’intervento di Silvio Berlusconi nella campagna elettorale, notiamo un rinnovato consenso attorno al partito, Forza Italia è qualcosa di diverso da coloro che votano contro le sanzioni a Orban, siamo una forza europeista moderata, di centro.

Cosa pensa della recente campagna elettorale? A volte i toni sono sopra le righe

Noi di Forza Italia abbiamo sempre mantenuto un aplomb istituzionale, lo stile di Forza Italia è rispettoso di tutti, non abbiamo mai aggredito nessuno, né impedito di fare attività politica, siamo democratici. Di certo sono da stigmatizzare le aggressioni a Giorgia Meloni.

Una riflessione sui vostri competitor?

Ci sono partiti come il PD che hanno sbagliato le candidature, siamo al punto che i Dem rischiano di essere superati dai Cinque stelle. Appare come un flop anche la candidatura di Enrico Letta a Vicenza mentre noi candidati locali di Forza Italia siamo radicati nel territorio (su ViPiu il candidato vicentino Zanettin sfida Letta sulle banche) e ci stiamo espandendo, abbiamo ripreso la campagna porta a porta.

I vostri rapporti con gli alleati della coalizione come sono?

Buoni direi, anche se ognuno ha le sue specificità, Forza Italia rappresenta la parte nobile della politica, erede della cultura liberale e democratica del paese, non siamo estremisti, siamo ancorati all’Europa, bilanciamo bene la coalizione di centro destra.