Vicenza, sottopasso in zona Maddalene e Bretella dell’Albera: interrogazione al governo cittadino

765
Sottopasso di Pian delle Maddalene
foto archivio

Ritardi dei lavori di costruzione della Bretella dell’Albera e mancato utilizzo del sottopasso in zona Maddalene. Questo il nocciolo di una interrogazione dei consiglieri comunali di Vicenza Giovanni Rolando del Pd e Patrizia Barbieri e Alessandra Lolli del Gruppo Misto. Destinatari: il sindaco Francesco Rucco e l’assessore e vicesindaco Matteo Celebron.

Sulla Bretella dell’Albera è recente la notizia dello slittamento della fine dei lavori di 6 mesi comunicato da Anas (ne abbiamo parlato qui). Su questa opera come per la Tav, il primo cittadino di Vicenza si è rivolto a Matteo Salvini, segretario della Lega e fresco di nomina a ministro per le Infrastrutture (leggi qui).

Questi i quesiti posti al governo cittadino dai consiglieri comunali che vogliono sapere “se il Collegio Consultivo Tecnico costituito per la realizzazione dell’opera in questione è intervenuto in tempo reale dalla data della sua istituzione sulle circostanze che hanno generato il contenzioso amministrativo per 3,8 milioni di euro tra Anas e Consorzio Integra e con quali risultanze”.

Ma anche “quali siano le reali concrete ragioni di un così gravissimo ritardo nell’esecuzione dell’opera Completamento Tangenziale di Vicenza nota come Bretella dell’Albera” e se l’amministrazione comunale “ritenga o meno intervenire istituzionalmente e politicamente nei confronti di tutti i soggetti coinvolti: Anas, Regione Veneto, Consorzio Integra, società e imprese, tra le quali anche note società di costruzione vicentine, per esercitare un’azione di pressing, considerando che la Bretella interessa per la quasi totalità del suo tracciato il territorio del Comune di Vicenza”.

Inoltre vengono chiesti lumi su quali siano “i motivi reali per cui il sottopasso carrabile e ciclopedonale di strada Pian delle Maddalene, ultimato da mesi, non sia stato ancora aperto alla circolazione, ad evitare così le lunghissime code di veicoli che si determinano al mattino lungo le strade limitrofe di ingresso alla città capoluogo dai comuni di Monteviale e Costabissara” e, soprattutto “quando si aprirà alla regolare circolazione il sopraindicato sottopasso di strada Pian delle Maddalene”.

Ora la risposta è attesa nel prossimo consiglio comunale, come da prassi.