Stato di emergenza regionale causa maltempo. Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, con proprio decreto (n. 66 del 18 agosto 2022), lo ha dichiarato a seguito dei violenti nubifragi con grandinate e forti raffiche di vento che, tra ieri e oggi, hanno interessato alcuni comuni della Città Metropolitana di Venezia e della Provincia di Rovigo.

Il decreto rimarrà “aperto” in attesa che i comuni colpiti effettuino le opportune ricognizioni e il censimento dei danni provocati dal maltempo a opere pubbliche e ai privati.

“Venezia è l’immagine stessa della nostra storia e per la delicatezza del suo equilibrio ambientale e architettonico merita che questa nuova calamità venga affrontata con la massima tempestività – sottolinea il Presidente della Regione del Veneto, che è in contatto con gli uffici competenti per tenersi costantemente informato sui danni procurati dagli eventi atmosferici -. 

Non meno importanti sono Chioggia e le altre zone colpite, soprattutto in questi giorni in cui tutta la nostra regione, quella col maggior numero di presenze turistiche a livello nazionale, è una delle mete predilette in tutto il mondo”. 

“Ringrazio tutti i volontari e gli operatori al lavoro in queste ore – conclude il Governatore – per rimediare ai danni dei nubifragi e restituire rapidamente ai territori le consuete attività”.

Il decreto per la dichiarazione dello Stato di emergenza regionale sarà successivamente inviato al Dipartimento Nazionale della Protezione Civile. 

“Venezia è stata colpita nella tarda mattinata da un forte nubifragio – ha riferito oggi Ansa -, con raffiche di vento così forti da rovesciare anche i tavolini all’aperto e gli ombrelloni dei caffè in piazza San Marco. Momenti di paura anche al Lido di Venezia, dove il vento ha danneggiato molte strutture all’aperto.

Tutto il Veneto è alle prese già dalla scorsa notte con temporali anche di forte intensità, che hanno causato locali allagamenti. Numerose le strade interrotte per la caduta di alberi. Danni anche negli stabilimenti balneari. In alcune aree della provincia di Verona sono caduti oltre 20 millimetri di pioggia in poche ore. Al momento non risultano danni alle persone”.