Terza commissione regionale, provvedimenti approvati nella seduta del 17 gennaio

91

Nel corso della seduta di oggi 17 gennaio, la Terza commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto ha dato il proprio via libera ad una serie di Pareri alla Giunta regionale. Approvato all’unanimità il Parere n. 254 avente ad oggetto la presentazione del programma di attività per l’anno 2018 dell’Associazione regionale per la promozione e la diffusione del teatro e della cultura nelle comunità venete (Arteven) di Venezia, programma recepito dall’esecutivo e sottoposto all’esame della Commissione per l’approvazione definitiva del programma stesso, in forza dell’art. 19, comma 4, legge regionale 5 aprile 2013, n. 3, ai sensi del quale è stato riconosciuto alla stessa Arteven il ruolo di strumento per le politiche regionali di diffusione e promozione dello spettacolo dal vivo nel territorio regionale, con particolare riguardo ai settori della prosa e della danza; il programma prevede il coinvolgimento di 81 tra Enti locali e privati, l’utilizzo di 97 spazi, la realizzazione di circa 700 recite distribuite nel territorio, 120 rassegne ed 800 titoli di spettacoli proposti.

La Commissione, inoltre, ha approvato a maggioranza il Parere n. 257, relativo all’approvazione del Programma triennale di attività 2018-2020 e del Piano annuale per l’anno 2018 dell’Agenzia veneta per l’Innovazione nel settore primario. Si tratta di un documento particolarmente corposo e complesso nel quale ha trovato spazio, oltre all’attività ordinaria e di innovazione, la nuova categoria delle cosiddette Idee-Progetto, indicazioni su tematiche che allo stato non hanno ancora ricevuto finanziamento, ma che vengono sottoposte all’attenzione delle strutture regionali affinché possano sfociare, nel periodo 2019-2020, in attività finanziabili con fondi regionali oppure europei. Tra le Idee-Progetto, una specifica capacità predittiva per la migliore gestione della problematica legata alla presenza di micotossine sul mais, per la razionalizzazione dell’uso dell’acqua, azioni innovative nel settore delle Bioenergie e Cambiamento Climatico, con particolare riguardo alla filiera legno-energia, e lo sviluppo dell’ortofrutta in area montana.
Approvato a maggioranza anche il parere n. 264 avente ad oggetto i requisiti di classificazione della tipologia di struttura ricettiva denominata ‘case sugli alberi‘, una delle cinque forme di struttura ricettiva innovativa in ambienti naturali disciplinate dall’art. 27 ter della legge regionale n. 11/2013; le altre quattro sono gli alloggi galleggianti, le palafitte, le botti e le grotte. Questo primo provvedimento disciplina la struttura ricettiva ‘casa sugli alberi’ fissandone gli spazi e i servizi minimi sui servizi turistici da prestare, nonché le prescrizioni igienico-sanitarie e di sicurezza, edilizie, urbanistiche e paesaggistiche.
La Commissione infine ha approvato all’unanimità il Parere alla Giunta regionale n. 269, recante disposizioni di attuazione della legge regionale n. 30/2017 relativa all’istituzione del Registro dei Comuni onorari del Veneto, ossia i requisiti richiesti per l’iscrizione dei Comuni al Registro in questione e il riconoscimento del loro ruolo nella programmazione di settore, con particolare riferimento alle comunità dei veneti nel mondo, e il Rendiconto n. 92 sullo stato di attuazione delle iniziative realizzate e promosse nell’anno 2016 e 2017 dalla Commissione regionale per la promozione delle pari opportunità tra uomo e donna, in attuazione della legge regionale 62/1987, con l’auspicio espresso dalla Commissione alla Giunta di reperire fonti di finanziamento a sostegno dei progetti futuri.