Thomas Ceccon, nuotatore vicentino, nato a Thiene il 27 gennaio 2001, si è laureato campione del mondo ai mondiali di nuoto di Budapest 2022, stabilendo il record mondiale nei 100 metri dorso, con il tempo di 51″60.

Un’impresa salutata da tutta l’informazione, mondiale, nazionale e locale con toni trionfalistici, in linea con quelli tributati all’atleta 21enne dall’impianto sportivo della Duna Arena al termine della gara vinta, lasciandosi alle possenti spalle due atelti Usa: Ryan Murphy, col tempo di 51”97, e Hunter Armstrong con il tempo di 51”98.

Thomas Ceccon si era già segnalato tempo fa, quando ai Giochi olimpici estivi di Tokyo 2020, vinse l’argento nella staffetta 4×100 metri e il bronzo nella 4×100 metri misti. Non proprio, quindi, un atleta sconosciuto, tanto che a questa rassegna si era presentato inserito nel novero dei favoriti di specialità.

Ancora frastornato dal successo, Ceccon si è presentato ai microfoni della Rai, che fornisce copertura all’evento mondiale in corso nella capitale ungherese.

“Devo ancora realizzare – ha esordito -: 51”60 è molto molto forte. Bastava fare la gara di ieri tenendo gli ultimi 15 metri e l’ho fatto, ma non mi aspettavo questo tempo.

Il record del mondo in Italia l’hanno fatto 4 atleti forse, è un achievement che per la carriera di uno sportivo è tanta roba. Oggi gli americani sono andati molto forte, Murphy si nasconde sempre e poi in finale tira fuori quello che non ha.

Armstrong ha la mia età – ha proseguito – e sapevo che poteva andare forte. La gara di ieri mi ha dato tanta sicurezza, oggi non dico che sapevo di vincere, ma secondo me non avevo rivali. L’emozione? Sinceramente non lo so, non ne ho idea. Poi ovviamente oggi mancavano i due russi, sarebbe stata una sfida ancora maggiore. L’obiettivo non è questo, è più in alto, ma già così sono contento”, ha concluso l’atleta originario della frazione scledense di Magrè.

Congratulazioni sono giunte dalle istituzioni politiche venete nei suoi confronti.

Luca Zaia, governatore del Veneto, ha detto: “Il Veneto nuota nell’oro ed entra nella storia dello stile dorso con l’eroico Thomas Ceccon. Imprendibile, pazzesco, unico e inimitabile. Grande Thomas, i veneti sono orgogliosi di te. I miei complimenti vanno anche a tutto lo staff dell’eroe di Thiene, classe 2001, che si allena nelle piscine venete. Che festa, che emozioni, che gara: grazie Thomas”.

Il presidente della Provincia di Vicenza, Francesco Rucco, si è complimentato usando queste parole: “Un’impresa titanica! Una grandissima emozione vedere la prova di Thomas e un grande orgoglio che il record del mondo sia non solo italiano, ma vicentino. Per la nostra provincia è un anno sportivo davvero florido di vittorie e Thomas ne aggiunge una che sembrava irraggiungibile per l’Italia, conquistando anche il record mondiale. Un’impresa che entra nella storia. Grandissimo Thomas, complimenti da tutto il vicentino”.