Il Touring Club Italiano arriva in Veneto con l’iniziativa La Penisola del tesoro e per seguire il Cammino di Sant’Antonio nei comuni padovani di Camposampiero e Campodarsego. Tutto è spiegato in un comunicato stampa di TCI.

“Un nuovo modo di conoscere e valorizzare il territorio: è questa la proposta del Touring Club  Italiano per il ritorno della storica iniziativa LA PENISOLA DEL TESORO, che da oltre vent’anni porta cittadini e turisti  alla scoperta dell’Italia meno conosciuta, con una nuova veste dedicata ai cammini per invitare a vivere un’esperienza  di cammino in tutta Italia sabato 11 e domenica 12 giugno.  

In questi due giorni tutte le regioni d’Italia, in contemporanea, ospiteranno eventi lungo il cammino scelto per invitare abitanti e turisti a vivere un’esperienza di conoscenza e valorizzazione dei cammini stessi, aperta a qualsiasi età e adatta  a tutte le “gambe” con l’obiettivo di sottolineare come ogni cammino possa essere fruito da un ampio pubblico a  partire dalle famiglie anche con bambini e non soltanto da sportivi allenati. 

Dalle Alpi alle Madonie venti cammini in venti regioni italiane per scoprire, camminando, percorsi reali e ideali che  uniscono persone, storie, attività produttive di territori che di norma sono destinatari di una minore attenzione rispetto  ai centri urbani, anche attraverso attività di approfondimento e presentazione del percorso, assaggi di produzioni  tipiche, prodotti artigianali e attività di intrattenimento. 

In Veneto è possibile ripercorrere l’Ultimo Cammino di Sant’Antonio. Il 13 giugno 1231, trovandosi all’eremo di Camposampiero e percependo ormai prossima la sua morte, Sant’Antonio chiede ai frati di essere ricondotto nell’amato conventino di Padova dedicato alla Madonna. Affaticato e debilitato, viene disteso su di un carro trainato da buoi e così  percorre l’ultimo pellegrinaggio della sua vita (da qui il nome “L’Ultimo Cammino”). Alla periferia di Padova, nel luogo  chiamato Arcella, vive il suo definitivo transito da questa vita terrena al cielo. In ricordo di quel giorno, da secoli pellegrini  e devoti del Santo ripercorrono il suo ultimo viaggio. 

La Penisola del Tesoro propone un itinerario a Camposampiero dall’area dei Santuari Antoniani con visita al Santuario  del Noce e poi lungo il tracciato dell’Ultimo Cammino, nel il paesaggio rurale tra l’arco prealpino e il lento scorrere del  fiume Muson dei Sassi, e una camminata a Campodarsego e lungo le sponde del fiume Tergola con incontro della  Rievocazione Storica del Transito del Santo che coinvolge circa 200 figuranti in costume”.