Trasporto merci Italia – Germania: come funziona

1744
Trasporto merci Italia – Germania
Trasporto merci Italia – Germania

Al giorno d’oggi è davvero facilissimo il trasporto merci dall’Italia alla Germania e viceversa. All’interno dell’Unione Europa vige la libera circolazione di merci e persone. Significa che non sono previste dogane né per e merci né tanto meno per le persone che possono passare il confine senza esibire i documenti.  Le spedizioni in Germania sono comuni e frequenti, visto che si tratta di un mercato molto forte. Infatti, è considerato da sempre un paese con un’economia sviluppata, addirittura da esser il motore trainante di tutta l’Europa. Passando però a una visione più locale, forse non tutti sanno che ad oggi la Germania è il principale partner commerciale dell’Italia. Vuol dire che la percentuale maggiore di export di prodotti italiani è diretta proprio dai cugini teutonici.

Come organizzare una spedizione merci in Germania

Vale la pena partire specificando qual è la modalità migliore per organizzare una spedizione merci in Germania. Quando si parla di trasporti Italia Germania, la maggior parte delle volte si fa riferimento a un trasporto su strada visto che è questa la modalità più pratica e veloce che garantisce una consegna delle merci in tempi rapidi. La scelta di un corriere rappresenta quindi la soluzione migliore in assoluto.

La spedizione via strada risulta, allo stesso tempo, anche la più conveniente. L’aspetto economico diventa spesso predominante quando si devono spedire delle merci dall’Italia alla Germania perciò lo spedizioniere capita a fagiolo. La convenienza economica aumenta ancora di più quando i prodotti che devono essere spediti sono piccoli o facilmente imballabili in dei pacchi. Il medesimo discorso lo si può fare per merci su un pallet.

Quali sono le tempistiche di trasporto merci Italia Germania

Un altro aspetto che va sempre considerato nel momento in cui si organizza una spedizione merci Italia Germania riguarda sicuramente le tempistiche. Non è pensabile organizzare un trasporto merci senza tener conto del fattore tempo, il quale spesse volte è determinante nella scelta. In ogni cavo, è bene mettere le mani aventi e dire immediatamente che i tempi della spedizione cambiano in base al tipo di merce trasportata. Per rispondere alla domanda in merito ai tempi di consegna, bisogna mettere sui piatti della bilancia le dimensioni del collo da trasportare. Ovviamente, il luogo di destinazione finale è decisivo perché spedire a Monaco, a Francoforte o a Berlino non è la stessa cosa, anzi. I chilometri che separano questi tre grandi centri della Germania sono parecchi e la differenza si sente proprio in termini di tempistiche.

Tuttavia, per dare un’idea generale, si può dire che un trasporto merci dall’Italia alla Germania richiede tra i 3 e i 5 giorni. Tuttavia, potrebbe volerci anche di più se il collo rientra tra i trasporti eccezionali o ha altre peculiarità.

Quali sono i documenti e le tasse previste

Per organizzare un trasporto merci in Germania è bene sapere che la burocrazia è molto snella, per fortuna. L’unico documento che serve è il cosiddetto CMR. Per chi non fosse del mestiere, si tratta della lettera di vettura internazionale. Il documento ha lo scopo di attestare l’avvenuta presa in carico della merce quando il luogo di carico e quelle dalla consegna sono in due Stati differenti. Essendo Italia e Germani entrambi membri dell’Unione Europea non ci sono altri documenti da presentare.

Come già anticipato, nei paesi membri dell’UE non sono più presenti le dogane e quindi sono decadute le tasse doganali. Bisogna però specificare che è il destinatario a dover pagare l’IVA sulla merce spedita. In altre parole, chi spedisce non deve pagare ma chi riceve la spedizione deve pagare l’imposta sul valore aggiunto relativa ai prodotti consegnati.