Trivellazioni, Cappelletti (M5S): cittadini dei territori del nord Adriatico preoccupati, stop alle autorizzazioni senza controllo

256
Trivellazioni in mare
Trivellazioni in mare

“I cittadini Veneti dei territori del nord Adriatico sono molto preoccupati per gli impatti che possono arrecare le nuove trivellazioni legate alla produzione di gas. Temono che l’aumento di queste attività deciso dal governo a inizio anno, in deroga ai divieti e alle norme ambientali, alimenti gli effetti e i rischi del fenomeno della subsidenza, ovvero lo sprofondamento del fondo di un’area, già verificatosi in alcuni punti,” ha dichiarato Enrico Cappelletti, deputato M5S in commissione Industria.

indennizzi fir Enrico Cappelletti (M5S) aumenti bollette chiusura del fondo opacità avanzo fir truffati banche
On. Enrico Cappelletti (M5S)

“Sono diverse le istanze che ho raccolto, supportate anche da pareri scientifici, sui pericoli che possono derivare e sui rischi per l’economia fortemente legata al turismo e all’agricoltura come quella Veneta,” ha proseguito Cappelletti. “Perfino il Presidente Zaia ha richiamato più volte la necessità di fermare le trivelle, salvo poi tradire le aspettative dei cittadini e rinunciare a questa battaglia che vede come contr’altare proprio il governo sostenuto dal suo partito.”

È chiaro che la norma attuale non tutela i cittadini e le imprese interessate dai pericoli della subsidenza, ma favorisce i soliti noti delle fossili per continuare indisturbati le loro attività a danno dell’ambiente. “Per questo motivo ho presentato un’interpellanza al ministro Fratin che chiede la sospensione delle autorizzazioni nel mare del nord Adriatico,” ha spiegato Cappelletti. “Ho chiesto inoltre quante siano le aree prive di effetti significativi di subsidenza e se, per garantire la sicurezza dei cittadini, non ritiene opportuno intervenire per affidare al Mase un potere di controllo per evitare la presenza di questi fenomeni e relativi rischi.”

Enrico Cappelletti conclude la sua nota sottolineando l’importanza di agire immediatamente per proteggere l’ambiente e l’economia locale: “La sicurezza dei cittadini e la tutela dell’ambiente devono essere priorità assolute. Non possiamo permettere che interessi economici prevalgano sul benessere delle comunità locali e sulla salvaguardia del nostro territorio.”

Cappelletti, noto per la sua attività in difesa dell’ambiente, continua così la sua battaglia contro le trivellazioni incontrollate, richiamando l’attenzione del governo e delle istituzioni competenti sulla necessità di un controllo rigoroso e di misure che garantiscano la sicurezza e la sostenibilità.