Trofeo Arbiter per alta sartoria maschile, vince il vicentino Pasinato: congratulazioni assessore Donazzan

Pasinato vicentino premiato per alta sartoria maschile
Pasinato vicentino premiato per alta sartoria maschile
- Pubblicità -

“Esprimo le mie più vive congratulazioni al maestro Massimo Pasinato, che per il secondo anno consecutivo si è aggiudicato il Trofeo Arbiter, destinato ai migliori sarti d’Italia. Giovane artigiano vicentino, ha attirato anche sul Veneto i riflettori dell’alta sartoria maschile”. Con queste parole l’Assessore al Lavoro e Formazione della Regione del Veneto Elena Donazzan si congratula in una nota con il giovane di sartoria artigiana di Vicenza che ha raggiunto il prestigioso traguardo, riservato agli ai maestri del settore.

“Quando andai a trovarlo nel suo atelier dopo la primissima affermazione, quando si qualificò secondo ma a fianco di figure storiche della grande sartoria napoletana e milanese – sottolinea l’Assessore – ho colto tutta la passione e la capacità che lo animavano fin da giovanissimo. Figlio d’arte, infatti, ha appreso la professione dalla madre sarta. Oggi ha dimostrato che si possono raggiungere livelli più che ragguardevoli seguendo le proprie inclinazioni con impegno. Un successo che spero possa essere di esempio molti. Massimo, infatti, sta cercando apprendisti ma non trova giovani interessati. Le scuole della formazione legate alla moda, infatti, sono frequentate da tanti ragazzi certamente dotati di creatività, fantasia e voglia di fare ma che progettano di impegnarsi in altri ambiti dello stile, magari che non hanno grandi prospettive occupazionali. La realtà della grande sartoria maschile, invece, offre interessanti opportunità perché attrae il mondo del lusso e il mercato straniero. Mi auguro che in molti possano innamorarsi di questa professione”.

-Pubblicità-
Fondato nel 2006, come VicenzaPiù, dal 2020 ViPiù, quotidiano web di approfondimenti su informazioni e di libere opinioni su Veneto (focus Vicenza), Nord est, Roma (Lazio), Latina con focus su Riviera di Ulisse e Monti aurunci, Italia e con uno sguardo su Europa e mondo