Truffe a società di leasing: sgominata banda nel Trevigiano, 30 denunciati

265
truffe società leasing

I Finanzieri del Comando Provinciale di Treviso hanno sgominato un gruppo criminale dedito a truffe seriali ai danni di società di leasing. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Treviso, hanno portato alla denuncia di 30 persone e al coinvolgimento di 22 imprese con sedi in tutta Italia.

Il modus operandi della banda era ben collaudato: proponevano alle società di leasing l’acquisto di beni industriali inesistenti, poi fittiziamente locati a terzi compiacenti. I beni venivano ceduti per importi tra i 40 mila e gli 80 mila euro, causando un danno complessivo di circa un milione di euro alle società di leasing.

Per rendere credibile l’operazione, gli indagati falsificavano collaudi e repertori fotografici, simulando la cessione dei beni ai conduttori finali mediante documenti di trasporto alterati. Inoltre, gli amministratori delle imprese del Trevigiano coinvolte nella truffa hanno emesso e utilizzato fatture per operazioni inesistenti per un totale di 3,5 milioni di euro, evadendo l’IVA per 1,5 milioni di euro.

A cinque degli indagati è stata contestata l’associazione per delinquere finalizzata al danneggiamento di società di leasing, mentre a tutti gli altri la truffa aggravata dall’abuso di prestazione d’opera. I 10 amministratori delle imprese trevigiane dovranno rispondere anche di violazioni alla normativa tributaria.

L’operazione della Guardia di Finanza di Treviso, in collaborazione con le società di leasing danneggiate, ha permesso di disarticolare un pericoloso gruppo criminale che minava la normalità degli scambi economici.