Unione europea, comincia bene il semestre francese. Aduc: priorità di Macron diritto all’aborto ed esercito europeo

Emmanuel Macron e semestre francese alla UE
Emmanuel Macron e semestre francese alla UE

Parlando all’assemblea plenaria di Strasburgo, il presidente francese Emmanuel Macron ha aperto di fatto il semestre di presidenza francese dell’Unione europea illustrandone le priorità: riformare la Carta dei diritti fondamentali per garantire il diritto all’aborto, riferimenti più espliciti a protezione dell’ambiente, rivoluzione digitale, sicurezza, rafforzamento dell’Unione con esercito e difesa comuni (1) – si legge nel comunicato che pubblichiamo dell’Aduc (qui altre note Associazione per i diritti degli utenti e consumatori su ViPiu.it, ndr) –.

Gli argomenti che saltano all’occhio, rispetto agli abituali temi dell’Ue, sono aborto ed esercito europeo.

Aborto anche perché nei giorni scorsi, con l’elezione della nuova presidente del Parlamento Europeo, Roberta Metsola antiabortista, il presidente Macron ribadisce il primato della politica e dei diritti umani rispetto agli equilibri politici.

Esercito europeo e difesa comuni sono uno dei punti “deboli” dell’Unione che, per esempio, impedisce di essere protagonisti nelle decisioni del Pianeta e di tutelare comunitariamente i confini dell’Unione, essendo oggi la difesa demandata agli Stati nazionali.

Un buon esordio. Basato sulla realtà dei diritti degli individui, come tali e come parte di un progetto politico che tende agli Stati Uniti d’Europa.

Un buon inizio. Le gambe per far sì che la potenza economica che oggi l’Ue rappresenta nel mondo insieme a Cina e Usa (2), comincerebbe ad avere sostanza politica per passare da comprimaria delle maggiori potenze a protagonista.

1 – Nota

2 – https://european-union.europa.eu/principles-countries-history/key-facts-and-figures/economy_it