Pubblichiamo la dichiarazione del segretario di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo, candidato di Unione Popolare in merito alla raccolta firme in atto per presentare le proprie liste come Unione Popolare alle prossime elezioni politiche del 25 settembre 2022.

“È vergognoso che il governo non abbia garantito la certificazione delle firme raccolte in tutti i comuni. Riscontriamo che in molti comuni il servizio non sia operativo in questi giorni creando enormi problemi alle liste come UNIONE POPOLARE con De Magistris che devono raccogliere e presentare decine di migliaia di firme. La nostra senatrice Paola Nugnes ha presentato stamattina un’interrogazione urgente alla ministra Lamorgese. Ricordiamo che per legge i comuni dovrebbero consegnare certificati entro 24 ore. Siamo di fronte a un’altra pesante discriminazione antidemocratica.”

Interrogazione urgentissima a risposta scritta  alla ministra degli interni Luciana Lamorgese

La sottoscritta senatrice Paola Nugnes, coordinatrice della componente ManifestA al Senato

INTERROGA PER SAPERE

– Premesso che in vista della presentazione delle liste per le elezioni politiche del 25 settembre solo poche formazioni politiche sono costrette, in pieno agosto, a raccogliere non meno di 750 firme per ogni collegio plurinominale della Camera e del Senato, e che queste firme vanno certificate dai Comuni per attestare l’iscrizione alle liste elettorali del sottoscrittore ed anche la sua qualità di elettore nello specifico collegio plurinominale

– Tenuto conto che molti Comuni, non avendo avuto la possibilità di definire per tempo un adeguato piano ferie dei lavoratori, e nel pieno rispetto dei diritti dei lavoratori stessi, di fatto chiuderanno gli uffici elettorali dal 12 al 18 agosto

– Tenuto conto che la legge 361/1957 (con successive modifiche) obbliga i Comuni a rilasciare le certificazioni entro 24 ore dalla loro richiesta, e che, nonostante  il fatto che dal 18 agosto in molti casi tale apertura degli uffici sarà garantita, si determina un danno grave per i soggetti politici che – raccogliendo le firme – devono sapere subito quante firme sono valide, eventualmente per incrementarle

– Ricordato che la scadenza della presentazione delle liste è al trentacinquesimo giorno antecedente le elezioni, e cioè il 21 agosto

CHIEDE

– quale provvedimento urgente la Ministra competente intende assumere per garantire il diritto alla presentazione elettorale di tutti i soggetti politici, in particolare di quelli che devono raccogliere le firme

– se non ritiene urgente ed opportuno inoltrare una circolare sulla materia ai Prefetti per garantire la piena applicazione della legge

Sen. Paola Nugnes

coordinatrice componente ManifestA del gruppo misto del Senato