Il Senato USA ha approvato martedì il Respect for Marriage Act, che sancisce l’uguaglianza matrimoniale nella legge federale, garantendo tutele alle coppie dello stesso sesso e interrazziali.

La legge è stata approvata con un voto 61-36, con 12 repubblicani che si sono uniti ai democratici per sostenere il provvedimento mentre tre senatori si sono astenuti.

Il disegno di legge include un emendamento bipartisan che chiarisce le tutele per le libertà religiose e, dopo lil passaggio al Senato USA ora tornerà alla Camera per un’altra votazione prima di poter essere firmato dal Presidente Biden.

Il Respect for Marriage Act non obbligherebbe gli Stati a rilasciare licenze di matrimonio alle coppie dello stesso sesso, ma richiederebbe che le persone siano considerate sposate in qualsiasi Stato, purché il matrimonio sia valido in quello in cui è stato celebrato.

Il provvedimento abrogherebbe anche la legge sulla difesa del matrimonio del 1996, che definiva il matrimonio come l’unione di un uomo e una donna e consentiva agli Stati di rifiutare di riconoscere quelli tra persone dello stesso sesso celebrati in altri Stati.

Questa legge è rimasta in vigore nonostante sia stata dichiarata incostituzionale dalla sentenza della Corte Suprema del 2013 nella causa Stati Uniti contro Windsor e dalla sentenza del 2015 nella causa Obergefell contro Hodges, che ha garantito alle coppie dello stesso sesso il diritto fondamentale di sposarsi.

Fonte: The Vision