“Verso le elezioni europee”: Giovanni Diamanti con Flavia Perina nell’evento di YouTrend che annuncia anche nascita di agenzia di comunicazione

540
Giovanni Diamanti, presidente di YouTrend, e Flavia Perina, editorialista de La Stampa
Giovanni Diamanti, presidente di YouTrend, e Flavia Perina, editorialista de La Stampa

Nel pomeriggio di oggi, 4 giugno, si è svolto “Verso le elezioni europee“, un evento riservato organizzato da YouTrend per raccontare l’imminente tornata elettorale con Giovanni Diamanti, presidente di Quorum/YouTrend, insieme a Flavia Perina, già parlamentare del centrodestra, ora editorialista del quotidiano La Stampa, per analizzare lo scenario politico.

Se la “Tela Bianca”, sede dell’evento in corso Fogazzaro 87, era completamente piena: oltre a chi vi scrive e ai direttori del GdV, Marino Smiderle, e di Tva, Gian Marco Mancassola, c’era anche Lara Bisin, diretta interessata al tema come candidata per Azione alle elezioni europee per la circoscrizione del nordest, e abbiamo notato la presenza dell’assessore Leone Zilio oltre che di Federico Formisano, segretario cittadino del PD, di Giorgio Conte, ex parlamentare e oar consigliere comunale di FdI, di Francesca Lazzari, presidente della Fondazione Roi, Luca Trivellato, presidente della Fondazione del Teatro Comunale di Vicenza, e di tanti altri, “operatori” e “appassionati” di politica e non solo.

Giovanni Diamanti ha aperto la serata, che proviamo a raccontare per punti e sinteticamente, spiegando che l’evento di stasera rappresenta qualcosa di nuovo: un format innovativo che sarà riproposto frequentemente nei prossimi mesi. “Abbiamo scelto questo format per invitare protagonisti nazionali del giornalismo e della politica, ma anche per discutere di temi economici, sociali e politici” ha affermato Diamanti. L’idea è di portare queste discussioni a Vicenza, inaugurando una serie di incontri con un nuovo approccio.

Diamanti ha, quindi e in premessa, annunciato la nascita di una nuova agenzia di ufficio stampa, frutto della collaborazione tra Quorum/YouTrend e l’agenzia Off. Tra i collaboratori figurano professionisti come Jacopo Bulgarini D’Elci, Martina Carone, Victoria Karam e Pietro Possamai: “Parleremo di ufficio stampa, di relazioni con i media e lo faremo per la politica, per le imprese, per i mondi economici e per le istituzioni“.

Entrando nel merito dell’evento “Verso le elezioni europee” e riferendosi alla Supermedia dei sondaggi di YouTrend (leggi “Da VicenzaPiù Viva n. 8: struttura dell’Europa ed elezioni europee, cosa dicono i sondaggi secondo Quorum/YouTrend l’ultimo giorno delle loro diffusione” con i commenti ai sondaggi riproposti oggi a firma di Salvatore Borghese, Analista politico di Quorum/YouTrend, ndr), Diamanti ha illustrato i dati attuali: Fratelli d’Italia sopra il 27%, il Partito Democratico al 21% e il Movimento 5 Stelle al 15,9%.

Il sondaggio è fallace per definizione, ma osservando i trend nel tempo si ottengono indicazioni più precise” ha premesso Giovanni Diamanti, che ha evidenziato come Fratelli d’Italia sia cresciuto meno del PD rispetto alle politiche e ha previsto che il M5S potrebbe ottenere meno voti alle elezioni europee a causa della bassa affluenza.

La soglia del 4% è decisiva” ha aggiunto, sottolineando come l’Alleanza Verdi-Sinistra, gli Stati Uniti d’Europa e Azione siano tutti vicini a questa soglia. Il margine d’errore del 3% rende i risultati molto variabili e difficili da prevedere con precisione per cui “È importante osservare i trend piuttosto che i singoli dati“.

Pubblichiamo di seguito, a supporto delle considerazioni, un paio dei grafici di cui al nostro articolo, elaborati da YouTrend e base , insieme ad altri, dell’evento odierno.

Elezioni europee, proiezione su seggi
Elezioni europee, proiezione su seggi
Elezioni europee, stima dei seggi
Elezioni europee, stima dei seggi

Flavia Perina, quindi, ha analizzato le dinamiche interne dei principali partiti, riflettendo sulle sfide che ciascuno di essi affronta. Per la destra, queste elezioni sono cruciali per verificare il consenso ottenuto dopo il primo anno di governo. “La Lega ha recentemente superato Forza Italia, mostrando una leggera crescita” ha osservato, notando come questo trend sia significativo dopo anni di calo per la Lega.

Per il Partito Democratico, le elezioni sono relativamente favorevoli grazie alla giovane leadership di Elly Schlein e a una campagna elettorale ben organizzata. “Il PD ha saputo giocare bene le sue carte, con una campagna elettorale territoriale e liste intelligenti” ha detto Perina. “Il Movimento 5 Stelle, invece, affronta una prova di sopravvivenza, con la leadership di Giuseppe Conte potenzialmente in discussione in caso di un risultato negativo.

L’ex parlamentare ed editorialista ha sottolineato che le elezioni europee in Italia sono tradizionalmente considerate un test di metà mandato per i governi in carica. “In Italia, si vota a un terzo del mandato, il che significa che l’effetto ‘luna di miele’ del governo può ancora essere presente” ha spiegato “influenzando i risultati elettorali“.

Giovanni Diamanti ha poi approfondito i trend elettorali degli ultimi cinque anni, notando una stabilizzazione di Fratelli d’Italia dopo una crescita iniziale post-elezioni politiche e un leggero calo recente. “La Lega mostra una lieve risalita dopo un lungo periodo di calo, mentre Forza Italia rimane stabile” ha detto il presidente di YouTrend. “Il Movimento 5 Stelle, con alti e bassi, è previsto in calo alle elezioni europee a causa della bassa mobilitazione del suo elettorato.

Perina ha fatto una sintesi delle sfide per i principali partiti, evidenziando come queste elezioni siano cruciali per verificare il consenso ottenuto dopo il primo anno di governo. “Per il Partito Democratico, le elezioni sono relativamente favorevoli grazie alla giovane leadership di Elly Schlein e a una campagna elettorale ben organizzata” ha detto. “Il Movimento 5 Stelle, invece, affronta una prova di sopravvivenza, con la leadership di Giuseppe Conte, che ha operato da plenipotenziario, potenzialmente in discussione in caso di un risultato negativo.”

Perina ha concluso con una riflessione sulle possibili conseguenze delle elezioni europee sia a livello nazionale che europeo. “La performance dei partiti italiani contribuirà in modo significativo alla formazione della maggioranza nel Parlamento Europeo e alle future politiche dell’Unione Europea” ha detto “influenzando il panorama politico per gli anni a venire“.

Alla presentazione sono seguite una serie di domande del pubblico presente in sala che ha ulteriormente animato la serata, chiusasi col classico aperitivo, in cui però le parole “Europa” ed “elezioni” ancora echeggiavano frequentemente e a lungo tra un prosecco e uno “spunciotto”.