Viacqua e scuola: ha preso il via lo scorso 14 ottobre, negli spazi delle Risorgive del Bacchiglione il corso di formazione rivolto ai docenti delle scuole secondarie di secondo grado con indirizzo tecnico e scientifico della provincia di Vicenza.

L’iniziativa (ce ne eravamo occupati in precedenza), che si articolerà in un totale di nove appuntamenti, concretizza l’impegno sottoscritto a febbraio da Viacqua e l’Ufficio per l’Ambito Territoriale VIII – Vicenza dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto (UAT – Vicenza) rivolto alla formazione e alla crescita culturale e professionale di docenti e studenti sui temi legati alla tutela delle risorse idriche.     

Il programma include cinque lezioni (le prossime 4 si terranno online), una visita agli impianti e tre approfondimenti, anche questi online. A curare i singoli moduli sarà il personale di Viacqua, che metterà a disposizione degli insegnanti un grande bagaglio di esperienze e competenze.  

Nel contesto delle Risorgive del Bacchiglione, area che Viacqua gestisce su incarico della Provincia di Vicenza, si sono dati appuntamento 43 insegnanti provenienti da diverse zone del territorio vicentino.

Accompagnati dalle guide ambientali, i presenti hanno fatto visita all’area naturalistica, Sito di Interesse Comunitario e Zona di Protezione Speciale inserita nella Rete Natura 2000 per la ricchezza di biodiversità che ospita nei suoi circa 20 ettari di superficie. Al rientro, nella sala convegni dell’area, hanno potuto seguire la prima lezione introduttiva sul ruolo del gestore idrico, struttura, funzioni e sfide in atto per assicurare la gestione corretta e sostenibile della risorsa idrica.    

“Viacqua crede fermamente in questa sinergia nata a inizio anno con l’Ufficio Scolastico – spiega il Presidente di Viacqua, Giuseppe Castaman – che ci permette di fare educazione alla sostenibilità e alla tutela della risorsa idrica in modo strutturato, ma anche offrire formazione tecnica per studenti e docenti con lo scopo di sviluppare competenze e percorsi calati sulle esigenze di un settore, come quello dell’idrico, e di un territorio, come quello vicentino e veneto”.  

 I successivi appuntamenti sono in programma il 19 ottobre con una lezione online dedicata alla depurazione delle acque reflue. Si parlerà poi di qualità dell’acqua il 25 ottobre e ancora di protezione delle fonti di approvvigionamento idrico il 9 novembre per concludere il 17 novembre con un incontro dedicato alla sostenibilità.   

Per la visita agli impianti in gestione a Viacqua sono poi previste tre tappe: alla centrale idrica di Bertesina, all’impianto di depurazione e al laboratorio analisi, questi ultimi due con sede a Thiene.

Infine, a febbraio del prossimo anno, si terranno anche tre approfondimenti online su telecontrollo (01/02), modellazione e sistema informativo territoriale (07/02) e reti di acquedotto e fognatura (16/02).