Venerdì 7 ottobre prenderanno il via i lavori di manutenzione straordinaria della carreggiata ovest di viale Aldo Moro di Vicenza, lato caserma Ederle.

“Continua l’impegno dell’amministrazione nella messa in sicurezza delle strade cittadine – ha spiegato l’assessore alle infrastrutture Mattia Ierardi – anche grazie alle opere su viale Aldo Moro di Vicenza.

Si tratta di un piano importante di manutenzione della rete stradale che va a sistemare con priorità le zone che da anni presentavano maggiori dissesti, utilizzando un asfalto più performante, che resiste nel tempo all’usura, a tutela dei cittadini e degli utenti della strada”, aggiunge l’assessore.

Il cantiere su viale Aldo Moro di Vicenza coinvolgerà dapprima la corsia di sorpasso, per poi spostarsi sulla corsia lenta, con lavorazioni a ciclo continuo che termineranno, salvo imprevisti o condizioni meteo avverse, entro la sera di domenica 9 ottobre.

Il transito direzione Ca’ Balbi – Vicenza Est verrà sempre garantito su una sola corsia di marcia e l’accesso all’area di servizio non subirà limitazioni.

Nel dettaglio, è previsto il rifacimento della pavimentazione stradale dell’intera carreggiata lato ovest, dalla rotatoria con strada di Bertesina fino allo svincolo di Ca’ Balbi, mediante la rimozione di una porzione di asfalto e la stesura di conglomerati bituminosi ad alta durabilità, generalmente impiegati su strade ad alto scorrimento e autostrade.

I lavori verranno eseguiti dal raggruppamento temporaneo di imprese formato da Salima S.r.l. di Limena (PD) e Costruzioni Generali Girardini S.p.a. di Sandrigo (VI).

L’operazione rientra nel piano delle asfaltature 2022 che da luglio ha già interessato viale della Scienza, contra’ XX Settembre, contra’ Porta Padova, contra’ Pedemuro San Biagio, contra’ Vittorio Veneto, Largo Goethe, contra’ S. Marco, contra’ San Francesco, contra’ Lioy, contra’ Ponte S. Paolo, contra’ S. Paolo, viale Fratelli Bandiera, porta San Bortolo, strada Marosticana, strada di Bertesina, Borgo Berga, viale Fusinato, via Maganza e via Rossi.