Vicenza, Giornata dell’Albero: alla scoperta del bosco urbano di Carpaneda

679
Giornata dell'Albero

Il 21 novembre si celebra in Italia la Giornata dell’albero: un’iniziativa nata per valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e ricordare il contributo indispensabile che gli alberi danno al mantenimento della salute dei nostri ecosistemi naturali e urbani e al benessere dell’intera comunità, dal momento che rappresentano uno dei migliori alleati per contrastare la crisi climatica.

In occasione di questa ricorrenza, l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Vicenza promuove per domenica 20 novembre la nona Giornata di Formazione ecologica dell’anno, dedicandola proprio al tema degli alberi.

E lo fa di concerto con i partner del progetto “V.A.N.G.A. Vicenza per l’Ambiente. Nuove Generazioni in Azione”, un progetto territoriale di educazione ambientale per le giovani generazioni, sostenuto da Fondazione Cariverona e realizzato da La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale insieme a una nutrita schiera di organizzazioni e realtà locali impegnate nella partecipazione e nella cittadinanza attiva, nella promozione ambientale e sociale, nella produzione agricola etica e sostenibile: ALDA Associazione Europea per la Democrazia Locale, LIES Laboratorio dell’Inchiesta Economica e Sociale, RiverLand Asd, EQuiStiamo Aps e le aziende agricole 100 orti A Regola d’orto, oltre allo stesso Comune di Vicenza.

Da questa rete nasce la “Giornata dell’Albero”, che si svolgerà proprio domenica 20 novembre, in un luogo particolarmente significativo per il territorio di Vicenza: il bosco urbano di Carpaneda, al confine con il territorio comunale di Creazzo.

Un’area, quella di Carpaneda, che ha saputo resistere all’espansione urbana e che riveste oggi un ruolo strategico per il riequilibrio ecologico: oltre al bosco planiziale, è infatti presente anche una roggia, la Dioma, che è al contempo un elemento di particolare pregio paesaggistico e un importante corridoio ecologico che arricchisce la biodiversità e fornisce diversi servizi ecosistemici grazie, ad esempio, alle sue fasce arboreo-ripariali.

Ed è proprio con la funzione di cassa di espansione della Dioma, per la mitigazione del rischio idraulico, che il bosco urbano di Carpaneda è stato messo a dimora dal Comune di Vicenza, nel 2009, grazie ad un finanziamento regionale.

Un intervento che ha ricreato un ambiente naturale, armonizzato con il paesaggio esistente: un paesaggio tipico della pianura veneta, con terreni fertili coltivati a specie ortive, frutteti, vigneti, erbai e foraggere, e in cui resistono ancora alcune opere idraulico-agrarie che hanno caratterizzato l’ambiente rurale fino alla seconda metà del novecento, oltre ad una cascina di proprietà pubblica che rappresenta un pregiato esempio di architettura rurale.

Il ritrovo è per le ore 9.30, all’ingresso del bosco urbano, in Strada della Carpaneda. Qui i partecipanti potranno scoprire le preziose caratteristiche dell’area grazie al contributo della Comunità Vicentina per l’Agroecologia e del Laboratorio Spazi Rurali e Boschi Urbani: due realtà impegnate nello sviluppo e promozione delle pratiche agroecologiche e forestali, attive da alcuni anni in una riflessione proprio sull’area di Carpaneda e promotori della campagna “Cascina Carpaneda Bene Comune”.

A seguire, dalle 10 alle 13, si alterneranno una passeggiata accompagnata dai racconti delle storie e dei miti legati agli alberi presenti nell’area, e la proposta di giochi a tema, il tutto curato dalle guide naturalistico-ambientali de Le Guide.

In chiusura, trasferimento nella vicina azienda agricola “100 orti” e buffet conviviale a km 0 con un menù a cura di Chef Zannelli, accompagnato dalla presentazione del progetto VANGA con la partecipazione di tutti i partner: progetto che si appresta ad entrare nel vivo proprio in queste settimane, con l’avvio dei laboratori educativo-creativi nelle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado. E proprio un gruppo di studentesse e studenti del Liceo Quadri sarà tra i partecipanti alla “Giornata dell’Albero”, che coinciderà con la prima uscita esperienziale di uno dei percorsi PCTO che verranno realizzato durante tutto l’anno scolastico all’interno del progetto V.A.N.G.A.