VicenzaPiù fa “13” e parla di libertà di stampa oggi con Borzi, Bonazzi, Mazzaro, Coviello, Lannutti, Berlato, Ellero, Trucco

VicenzaPiù e la liberta? di stampa, il caso delle banche tra blandizie e intimidazioni
VicenzaPiu? e la liberta? di stampa, il caso delle banche tra blandizie e intimidazioni
- Pubblicità -

Con i giornalisti Nicola BorziFrancesco Bonazzi e Renzo Mazzaro, oltre al nostro direttore Giovanni Coviello nella veste di “conduttore” al convegno “Libertà di stampa, la prima fake news. Il caso banche, tra blandizie e intimidazioni”, organizzato da VicenzaPiù per il suo 13° compleanno e che si terrà in Apindustria Vicenza (galleria Crispi 45) oggi, lunedì 11 dalle 17-30 con ingresso libero fino ad esaurimento posti (circa 150), ci sono altri prestigiosi relatori di cui tracciamo il profilo.

Renzo Mazzaro

è un giornalista del gruppo Repubblica-Espresso, lavora per i quotidiani veneti Il Mattino di Padova, la Nuova Venezia, la Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi. E’ stato capocronista del Mattino di Padova dal 1980 al 1986 e dal 1994 al 1996 caporedattore della Nuova Venezia centro storico. Dal 1986 segue la politica veneta e scrive in particolare della Regione Veneto. E’ autore per Laterza de «I padroni del Veneto» uscito nel 2012 e «Veneto anno zero» sullo scandalo Mose, uscito nel 2015. Ha curato «Dragojesolo, le mie stagioni in valle» con Bepi Stefanel e con Aliberti ha pubblicato nel 2010 «Viviamo tutti sulla cresta dell’onda», un libro di medicina.

Elio Lannutti

Giornalista e scrittore. Fondatore Adusbef (Associazione consumatori specializzata in banca e finanza), eletto al Senato nel 2008, come indipendente (lista Di Pietro Idv). Ha collaborato con «Il Messaggero», «la Repubblica», «Avvenimenti» (che ha contribuito a fondare nel 1988), con inchieste ed articoli a tutela dei diritti dei cittadini. Tra i suoi libri: ‘Euro: la rapina del secolo’ (Editori Riuniti, 2003)- ‘I furbetti del quartierino’ (Editori Riuniti, 2005’), scritti entrambi con Michele Gambino;  “La Repubblica delle Banche” (Arianna Editrice 2008, con la prefazione di Beppe Grillo); “Bankster: molto peggio di Al Capone i vampiri di Wall Street” (Editori Riuniti, 2010), “Cleptocrazia, Ladri di futuro” (Imprimatur Editore, 2013); ‘Diario di un senatore di Strada’ (Castelvecchi 2014); ‘La Banda d’Italia’ (Chiare Lettere 2015);  Morte dei Paschi (Paper First,2017) con Franco Fracassi; “I Conquistatori” (2018), con Tiziana Alterio e Franco Fracassi.

 

Marco Ellero

Diploma di maturità presso il Liceo classico A. Pigafetta di Vicenza, nel 1996
laurea in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Parma, nel 2002
Pratica professionale a Vicenza e Schio dal 2002 al 2005
Avvocato dal 2005 presso lo Studio Ellero – Muti
Sposato. Due figli.

Sergio Berlato

Sergio Antonio Berlato è nato a Marano Vicentino (VI) il 27 luglio del 1959 e risiede a Santorso (VI). E’ coniugato con Brigato Nicoletta dal 1984 ed ha due figlie Sara e Cristina. E’ nonno di Beatrice e Vittoria, figlie di Sara e Vincenzo.

Ha assolto il servizio militare nel Corpo degli Alpini.

E’ particolarmente interessato a tutte le tematiche legate alla corretta gestione del patrimonio faunistico ed ambientale.

E’ un appassionato cacciatore, oltre che pescatore.

E’ molto impegnato nell’associazionismo e nel volontariato.

E’ stato eletto per la prima volta in Consiglio regionale del Veneto nel 1990.

E’ stato riconfermato nel 1995 in Consiglio regionale del Veneto, risultando il Consigliere regionale più votato tra tutti i candidati di tutti i partiti.

Ha ricoperto fino al 1999 l’incarico di Assessore regionale all’agricoltura, foreste, economia montana, caccia e pesca.

Nel giugno del 1999 è stato eletto per la prima volta al Parlamento europeo.

Ha ricoperto il ruolo di membro titolare della Commissione agricoltura al Parlamento europeo di cui è stato Coordinatore di tutte le delegazioni europee appartenenti al Gruppo Unione per l’Europa delle Nazioni (U.E.N.).

E’ stato riconfermato per la seconda volta al Parlamento europeo nel giugno del 2004, acquisendo

un numero di preferenze personali notevolmente aumentato rispetto al già considerevole consenso acquisito nelle precedenti consultazioni europee del 1999. Nella legislatura 2004/2009 è stato membro titolare nella Commissione Ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare del Parlamento europeo.

E’ stato riconfermato Coordinatore per il settore agricolo di tutte le delegazioni europee  appartenenti al Gruppo Unione per l’Europa delle Nazioni (U.E.N.).

Come riconoscimento del suo impegno, è stato eletto all’unanimità Vice Presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, unico rappresentante di tutti i paesi mediterranei nell’ufficio di Presidenza.

Ha ricoperto contestualmente la carica di membro della Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica, la sicurezza alimentare e le politiche per i consumatori del Parlamento europeo.

Dal 2001 al 2006 è stato nominato Consigliere particolare del Ministro Alemanno,  collaborando attivamente per l’intera legislatura con il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

Il 17 marzo 2007 è stato eletto Presidente provinciale di Alleanza Nazionale per la provincia di Vicenza.

In occasione delle elezioni europee del 6 e 7 giugno 2009 è stato riconfermato per la terza volta al Parlamento europeo, incrementando ulteriormente il numero delle sue preferenze personali.

E’ stato eletto vice Capo della Delegazione italiana del Popolo Della Libertà nel Gruppo del Partito Popolare Europeo.

Ha promosso e sostenuto la formazione del Coordinamento per la difesa e la promozione della Cultura rurale e la nascita dell’ Associazione per la difesa e la promozione della Cultura rurale – Onlus e della Fondazione per la Cultura rurale – Onlus.

Il 12 febbraio 2012 è stato eletto Coordinatore provinciale del Popolo della Libertà per la provincia di Vicenza.

Nel 2014 gli è stato impedito di ricandidarsi nelle liste dell’ex PDL (che nel frattempo aveva assunto la denominazione di Forza Italia), colpevole di aver denunciato il sistema del malaffare esistente in Veneto, di cui il MOSE parrebbe essere solo la punta dell’iceberg.

Il 31 maggio 2015 è stato rieletto per la terza volta in Consiglio regionale del Veneto, risultando ancora una volta il Consigliere regionale più votato tra tutti i candidati di tutti i partiti del Veneto.

In Consiglio regionale del Veneto è stato eletto all’unanimità Presidente della terza Commissione permanente.

Ricopre contestualmente la carica di Presidente del Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia-Movimento per la Cultura Rurale.

E’ membro titolare anche della prima, della seconda e della quinta Commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto.

E’ stato membro dell’Ufficio di Presidenza della prima e della seconda Commissione speciale d’inchiesta sui gravi fatti riguardanti le banche popolari del Veneto.

E’ stato membro dell’Ufficio di Presidenza della Commissione speciale d’inchiesta sui PFAS.

Dal 2016 Giorgia Meloni gli ha affidato il ruolo di Coordinatore regionale per il Veneto di Fratelli d’Italia.

 

Silvano Francesco Trucco

Diploma di Ragioniere e Perito Commerciale conseguito nel luglio 1988 presso l’Istituto Tecnico Commerciale Statale “E. Tesauro” di Fossano (Giudizio 50/60)

  • Marzo – Giugno 1989: Federazione Coldiretti Savigliano – acquisizione dati, elaborazione e predisposizione dichiarazioni dei redditi degli Associati
  • 01/02/1990 – 31/01/1991: servizio militare presso Arma Aeronautica Militare (congedo con grado di Primo Aviere)
  • 02/04/1991: Assunzione presso la Cassa Rurale ed Artigiana di Bene Vagienna (ora Bene Banca Credito Cooperativo di Bene Vagienna) con mansioni di addetto Ufficio Fidi
  • 02/1995: Trasferimento alla Filiale di Fossano con mansioni di Addetto titoli e fidi
  • 01/1996: Trasferimento all’Ufficio Ispettorato – attività di revisione crediti e monitoraggio andamento rapporti
  • 01/1998: attribuzione responsabilità dell’Ufficio Andamento Rapporti, all’interno del servizio Ispettorato
  • 07/2001: attribuzione all’Ufficio Andamento Rapporti delle mansioni di recupero crediti e gestione contenzioso, in precedenza di competenza del Responsabile Area Crediti
  • 03/2003: Approvazione nuovo Organigramma con istituzione dell’Ufficio Controllo Crediti, posto in staff alla Direzione; trattasi di U.O. cui competono le attività di andamento rapporti, monitoraggio crediti e gestione del contenzioso – nomina a Responsabile Ufficio Controllo Crediti
  • 02/2006: Attribuzione delle mansioni di Responsabile Area Crediti; membro del Comitato di Direzione e membro del Comitato Rischi
  • 01/02/2009: Attribuzione della qualifica di Dirigente con funzioni di Responsabile Area Crediti
  • 20/11/2009: Nomina a Vice Direttore Generale con responsabilità diretta sull’Area Crediti e supervisione dell’Area Finanza
  • 04/08/2011: Nomina a Direttore Generale
  • 04/07/2013: Risoluzione rapporto di lavoro con Bene Banca

Specializzazioni:

  • master Paradigma 2008 (la “nuova” perenzione dell’ipoteca – portabilità dei mutui)
  • aster Paradigma 2010 (la disciplina dell’impresa in crisi – i nuovi strumenti giuridici)Eventi organizzati:

    Convegno:  Il coraggio di avere coraggio   (Banche e Imprese nella crisi)

    – Il dialogo con il bancario di fiducia

    – La consulenza di una Banca del Territorio

    – Verifica e monitoraggio dello stato di salute dell’impresa

    – Indici di anomalia e autodiagnosi dell’impresa

    – Opportunità e rischi nelle Operazioni di Ristrutturazione Aziendale

    – Gestione del rapporto “banca/cliente” : conoscere il funzionamento degli strumenti di monitoraggio del sistema bancario può favorire il dialogo con l’Istituto di Credito

    • Centrale dei Rischi
    • Centrale di Allarme Interbancaria

    Premi e riconoscimenti:

    Venezia 28/02/2013:  DIAMAN AWARDS 2013 (by Diaman SIM)

    (BEST ASSET MANAGER 2012  – Categoria “GpF GpM Balanced”:  2° Premio – a livello nazionale – per la performance della gestione patrimoniale  “BENE EQUILIBRATA” +15,22% (benchmark +9,44%))

    Bene Vagienna 17/11/2012:  nomina a “Ambasciatore Ufficiale Internazionale” di Reséau Entreprendre

    Hobby e sport:

    Lettura (testi economici e finanziari)  –  Numismatica (Regno d’Italia)

    Bocce (praticato a livello agonistico – Palmares: titolo di campione italiano 2002, specialità Individuale)

-Pubblicità-