Visesindaca Isabella Sala ha accolto a Vicenza l’ambasciatrice lettone Solvita Āboltiņa per il concerto “La forza del canto per la pace”

423
Visesindaca Isabella Sala accoglie a Vicenza l’ambasciatrice lettone Solvita Aboltina per il concerto “La forza del canto per la pace”
Visesindaca Isabella Sala accoglie a Vicenza l’ambasciatrice lettone Solvita Aboltina per il concerto “La forza del canto per la pace”

Il 28 ottobre, Vicenza ha ospitato un evento straordinario con la presenza dell’ambasciatrice lettone Solvita Āboltiņa e i cori tradizionali lettoni che diffondono nel mondo i canti riconosciuti come patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Il concerto, intitolato “La forza del canto per la pace,” si è svolto al Teatro San Marco, e ha visto la presenza della vicesindaca Isabella Sala e del console onorario Paolo Nicolussi tra gli spettatori.

L’esibizione è stata magistralmente condotta dal coro lettone d’Italia “Saule” diretto da Ilze Atardo, in un emozionante gemellaggio con il coro di Vicenza, diretto dal maestro Giuliano Fracasso. I momenti di grande partecipazione e commozione non sono mancati, in particolare quando tutti i cori hanno unito le loro voci per intonare “Signore delle cime,” un brano dedicato alle vittime delle guerre passate e presenti.

Oltre ai cori menzionati, hanno partecipato anche i cori lettoni provenienti da Francoforte, “Silava” (Germania), da Graz, “Pilskalns” (Austria), da Vienna (Austria), e il coro degli Olimpici (Lettonia).

Solvita Āboltiņa è nata a Ogre, nell’ex Unione Sovietica. Ha ottenuto la laurea in giurisprudenza presso l’Università della Lettonia e ha iniziato la sua carriera lavorando per il Ministero degli Esteri.

Nel mondo della politica, ha rappresentato il partito di centro-destra Nuova Era e ne è diventata presidente nel 2008. Quando il partito si è fuso con la nuova formazione Unità, Solvita Āboltiņa ha continuato a ricoprire il ruolo di presidente.

In precedenza, è stata eletta deputata al Saeima e nel 2004 è entrata a far parte del governo di Aigars Kalvītis come Ministro della Giustizia. Ha lasciato l’esecutivo nel 2006 ma è stata nuovamente eletta deputata. Nel 2010 è diventata presidente del Saeima, ruolo in cui è stata confermata nelle elezioni successive.

A partire da agosto 2018, Solvita Āboltiņa ha assunto l’incarico di Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica di Lettonia presso la Repubblica Italiana.


Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza