Volontari civici a Vicenza, c’è sempre posto per nuovi iscritti. Si farà servizio anche in Questura per i passaporti

148
Da sinistra, gli assessori Nicolai, Tosetto e Baldinato presentano il registro dei volontari
Da sinistra, gli assessori Nicolai, Tosetto e Baldinato presentano il registro dei volontari civici

Volontari civici, un servizio alla città di grande umanità e utilità sociale, fatto da persone che in modo personale, spontaneo e gratuito decidono di mettersi al servizio della collettività. Ne hanno parlato oggi in sala Chiesa a Palazzo Trissino l’assessore alle politiche sociali del Comune di Vicenza Matteo Tosetto, l’assessore all’ambiente Sara Baldinato e l’assessore con delega ai servizi demografici Leonardo Nicolai, per promuovere l’iscrizione al Registro comunale dei volontari civici, istituito nel 2021, e per annunciare la possibilità di prestare servizio anche in Questura, grazie ad un convenzione di durata 12 mesi, per l’utilizzo dei volontari come supporto al servizio passaporti.

Ma quali sono le attività più richieste ai volontari? Per lo più servizi per gli anziani e per le persone fragili, aiuto nei compiti scolastici, conversazioni in lingua italiana e supporto per le domeniche ecologiche.

«Il Registro comunale dei volontari civici è uno strumento di partecipazione attraverso il quale i cittadini si sentono parte della comunità offrendo il loro tempo, le loro forze, le loro competenze per determinate attività – ha spiegato l’assessore alle politiche sociali Matteo Tosetto -. Abbiamo visto quanto questo possa essere utile e pertanto chiediamo, a chi ne ha la possibilità, di mettersi a disposizione iscrivendosi al registro. I servizi sociali occuperanno le forze disponibili in modo il più possibile efficace».

L’assessore all’ambiente Sara Baldinato ha puntato l’attenzione in particolare sul coinvolgimento dei cittadini nelle attività finalizzate alla pulizia, al rispetto e ripristino del verde, al decoro degli spazi pubblici «Nel corso di questi primi mesi di mandato amministrativo abbiamo creduto con forza e fin da subito sulla partecipazione dei cittadini – ha spiegato -. Come assessorato all’ambiente abbiamo organizzato numerose piantumazioni collettive e clean up lungo le strade che sono state possibili solo grazie all’aiuto delle persone che amano e vivono la loro Città. Ci piace pensare che la città siano i cittadini e che è fondamentale che siano parte attiva nel processo di rigenerazione. In questo periodo ho avuto la fortuna di incontrare moltissime persone che si impegnano per rendere Vicenza più bella e accogliente. Vittoria, Ivana, Ruggero, Gaia, Valeria e moltissimi altri a cui va il mio sentito grazie per il grande impegno. Vogliamo dare loro il giusto valore e riconoscimento e chiedere sempre più il loro supporto per le iniziative di carattere ambientale.».

L’annosa questione dei passaporti è stata la spinta a suggerire una collaborazione dei volontari con la Questura. «La situazione dei passaporti è nota – ha sottolineato l’assessore con delega ai servizi demografici Leonardo Nicolai -. Sappiamo che la Questura ha fatto e sta facendo il possibile per far fronte alle richieste, ma come in tutti i periodi difficili che abbiamo vissuto possiamo uscirne solo insieme con il contributo di tutti. Per questo abbiamo stimolato la collaborazione tra istituzioni e oggi accogliamo la richiesta di dotare l’ufficio passaporti di tre volontari civici. Sappiamo che non sarà un intervento risolutivo, ma il Comune si dimostra oggi pronto a fare tutto il possibile».

Ad oggi sono 89 le persone iscritte al Registro comunale dei volontari civici che stanno svolgendo attività per i servizi sociali, in Biblioteca Bertoliana, per le domeniche ecologiche e al Tribunale di Vicenza, con cui è attiva una convenzione a supporto dei servizi giudiziari. Altri volontari hanno prestato servizio anche per gli uffici anagrafe, partecipazione.

I servizi più richiesti sono quelli offerti dal settore servizi sociali, per anziani soli che necessitano di piccoli servizi o anche solo di compagnia, oppure per minori, in forma di aiuto nello svolgere i compiti scolastici, oppure per gli adulti di lingua straniera per conversazioni in lingua italiana. Inoltre il Comune impiega i volontari civici a supporto delle attività in programma durante le domeniche ecologiche.

In altre occasioni è stato richiesto l’intervento in collaborazione con il servizio istruzione che ha impiegato i volontari al centro documentazione pedagogica di via dei Mille; i volontari sono stati impegnati anche in Biblioteca per l’archiviazione e per l’uso di internet.

Il Comune si fa carico dell’onere della copertura assicurativa e fornirà una pettorina identificativa a ciascun volontario. Quest’ultimo, dopo aver presentato autonomamente la candidatura, verrà contattato dagli uffici comunali e, a seguito di colloquio, gli verrà sottoposta la sottoscrizione dell’iscrizione al registro.

Il registro viene messo a disposizione di tutti i settori comunali per eventuali attività gestibili da volontari: la candidatura si può presentare online

 

——
Fonte: Volontari civici,è sempre possibile iscriversi al registro , Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza