Esiste una disciplina che unisce lo yoga alle acrobazie, il tutto praticato da due persone insieme, in tandem: stiamo parlando proprio dell’acroyoga.

La sua caratteristica principale riguarda proprio l’approfondimento delle tecniche yoga attraverso esercizi mirati da eseguire con un’altra persona, che può essere il partner, un amico o un/a compagno/a di corso.

I benefici che offre l’acroyoga sono diversi, tutti i vantaggi di questa disciplina riguardano quelli relativi allo yoga più gli esercizi per mantenersi in equilibrio.

Scopriamo nei particolari che cos’è l’acroyoga, quali sono i benefici e perché dovresti provarlo.

Che cos’è l’acroyoga

La differenza fra acroyoga e yoga è molto sottile ma riguarda principalmente l’intersezione di Yoga, acrobazie e massaggio thai, combinazione che deve essere praticata tra tue persone in perfetta cooperazione.

Questa disciplina favorisce la fiducia e la connessione reciproca fra chi la pratica, in perfetta opposizione all’attività solipsistica della meditazione.

Se attraverso la pratica yoga il soggetto si estranea dal mondo esterno dimenticando tutto ciò che lo circonda per concentrarsi su se stesso e sulla propria respirazione, l’acroyoga stimola il senso di comunità e di appartenenza all’altro ed è indicato non solo per coppie ma per chiunque.

Come praticare l’acroyoga

Per quanto riguarda il fattore acrobazie, questa disciplina si distanzia dalla performance acrobatica in senso stretto per focalizzarsi sulla consapevolezza del sé, dettata dal ruolo principale del respiro ma sempre in connessione con un partner.

Le figure principali dell’acroyoga sono tre:

  • Base, ossia il soggetto che sostiene l’altro;
  • Flyer, il soggetto che viene sostenuto dalla base e che vola;
  • Spotter, ovvero un terzo soggetto che controlla le dinamiche di allineamento fra i due corpi per verificare che base e flyer svolgano l’esercizio nel migliore dei modi.

Base

In generale, la base è la figura che mantiene il contatto della schiena con il terreno, perché ha il compito di sostenere con gambe e braccia tutto il peso del flyer.

Il peso e la grandezza fisica del flyer non contano, perché l’acroyoga non è basato sulla forza fisica ma sulla tecnica.

Questo significa che basta allineare gambe e braccia per sostenere anche un peso eccessivo, in poche parole, una persona più piccola può tranquillamente sostenere un soggetto più grande.

Flyer

In realtà, il flyer può servirsi anche di un solo punto di contatto sulla base: mani, piedi, oppure entrambi. Questo lascia ben intendere come la tecnica sia un elemento fondamentale per l’acroyoga.

La vera “base” dell’acroyoga è dunque l’equilibrio che si crea attraverso l’obiettivo principale del flyer, che ha come compito quello di tenere allineati testa e corpo al soggetto base.

Spotter

Non bisogna mai sottovalutare questa figura perché assicura la corretta posizione tra base e flyer, di conseguenza, viene monitorato l’equilibrio fra i due corpi e si evitano situazioni in cui la perdita della posizione corretta potrebbe provocare infortuni.

È fortemente sconsigliata la pratica dell’acroyoga senza uno spotter che supervisioni la posizione e il corretto allineamento, onde evitare che base o flyer si facciano male.

I benefici dell’acroyoga

  • L’acroyoga unisce la saggezza della disciplina yoga, la sensibilità delle arti terapeutiche e la dinamicità delle acrobazie, per questo offre tre linee intersecate che favoriscono il senso di comunità, fiducia ed espressione ludica.
  • Questa disciplina è per tutti a patto che vengano soddisfatti i requisiti fisici per praticarla.
  • L’acroyoga è una doppia terapia perché alimenta fiducia e comunicazione, per questo può essere praticata anche dalle coppie che presentano difficoltà, in quanto devono comunicare di più fra di loro.
  • Come lo yoga, l’acroyoga migliora la concentrazione, aiuta a essere più pacifici, allevia lo stress e l’ansia.
  • Inoltre, questa disciplina migliora il funzionamento del sistema immunitario e rappresenta un valido aiuto per combattere l’insonnia, i dolori fisici e tutto ciò che può essere un ostacolo per migliorare la qualità della vita.
  • Fra i benefici dell’acroyoga sono presenti il miglioramento della digestione e della circolazione sanguigna, l’eliminazione di tossine e un miglioramento dell’energie fisiche.
  • Le posizioni di questa disciplina aiutano a migliorare la salute mentale e fisica, favorendo l’allineamento del corpo, combattendo la stitichezza e patologie che inibiscono l’appetito.
  • È stato scientificamente dimostrato che l’acroyoga aiuta a ridurre la depressione e migliorare la salute mentale: come una vera e propria teoria cognitivo – comportamentale.

Perché dovresti provare a praticare l’acroyoga

Questa disciplina è adatta sia per chi già pratica yoga e vuole uscire dalla meditazione solipsistica per coinvolgere il partner o un/a amico/a, che per chi vuole approcciarsi direttamente all’acroyoga per la prima volta.

Sicuramente, tutti questi benefici sono molto di più che uno stimolo per provare, bisogna tener presente però, che determinate condizioni di salute non sono adatte all’acroyoga, come la presenza di problemi osteo – articolari, in questo caso o in altri casi di particolari patologie, è sempre consigliato un consulto medico e, soprattutto, affidarsi sempre a centri yoga professionali e maestri professionisti.

L’acroyoga consente di stabilire un contatto con il prossimo ed è un notevole strumento per l’educazione di bambini e giovani, perché è divertente e sempre stimolante.

Grazie ai benefici che offre, questa disciplina che mette insieme yoga e acrobazie, consente di migliorare la muscolatura, ottenendo vantaggi anche per quanto riguarda la silhouette del corpo e di conseguenza, offre una maggiore sicurezza di sé nella sfera sociale.

Il miglioramento della resistenza fisica e della flessibilità degli arti, sono benefici che stimolano un altro vantaggio psico – fisico, ossia il miglioramento dell’equilibrio.

Ulteriori consigli per praticare acroyoga

  • Come già accennato, l’acroyoga è sconsigliato in alcuni casi, un altro esempio è la gravidanza. Il motivo è facilmente intuibile, la pressione prodotta nella zona inguinale del flyer, provoca la compressione dei flussi sanguigni e questo fattore potrebbe causare disagi e problemi.
  • Anche chi soffre di pressione alta o problemi cardiaci deve prestare particolare attenzione prima di praticare questa disciplina. Il consulto medico è sempre la migliore precauzione da prendere.
  • Questo discorso vale anche per chi soffre di vertigini.
  • È consigliato di evitare abiti troppo larghi perché potrebbero inibire i movimenti, intralciare gli arti e provocare infortuni.

Praticare acroyoga per divertirsi e sentirsi meglio

Le statistiche mostrano come lo yoga negli Stati Uniti sia una disciplina cosi popolare da registrare un incremento delle persone che lo praticano da 21 milioni nel 2010 fino a 34 milioni nel 2021, con un aumento di oltre il 63%.

Persino Jelena Djokovic pratica acroyoga insieme al marito, il famosissimo tennista ex numero 1 del Ranking ATP, come approfondito su un articolo di qualche tempo fa della Gazzetta dello Sport.

Questo dato mette ben in evidenza come il fenomeno acroyoga sia anch’esso in forte ascesa al pari dello yoga tradizionale.

A questo punto la nostra analisi è conclusa e abbiamo risposto a tutte le domande e le curiosità sull’acroyoga, mettendo in evidenza i benefici e tutti i vantaggi per la mente e il corpo.

Basta dare un’occhiata su Instagram e Pinterest per scoprire come dai vip alle persone comuni amino praticare acroyoga e siano impegnati in questa disciplina così divertente quanto appagante, ideale per chi vuole sentirsi in forma, allontanare lo stress, alleviare l’ansia e fare esercizio fisico rispondendo alla passione ludica che lo yoga acrobatico incarna perfettamente.