Le 300 piccole cose di Possamai: “A Vicenza, in 100 giorni realizzati quasi 200 interventi”

736
300 piccole cose vicenza

300 piccole cose di grande importanza. Così, in campagna elettorale Possamai e i suoi avevano denominato l’intento di raccogliere segnalazioni dai cittadini di Vicenza per trovare soluzioni nei primi 3 mesi e poco più di governo.

Oggi, venerdì 29 luglio, nella Sala degli Stucchi di Palazzo Trissino a Vicenza, si è fatto il punto sulla situazione con l’assessore ai Lavori pubblici, Cristiano Spiller.

Secondo questi dati snocciolati in municipio, delle 300 piccole cose, 187 sono già state completate o sono in corso di esecuzione, dunque quasi 200. Altri 63 interventi sono già compresi nella programmazione triennale dei lavori pubblici, 18 sono eseguibili e da finanziare, 20 sono presi in carico da altri soggetti e 8 non sono accoglibili per motivi tecnici o di sicurezza.

300 piccole cose di grande importanza: a che punto siamo

Nel dettaglio – è stato spiegato – rispetto agli interventi totali il 43% è stato completato (pari a 126 piccole cose), il 21% è programmato o è in corso di esecuzione (61), il 6% è eseguibile e da finanziare (18), il 21% è progettato nella programmazione triennale (63), il 7% è preso in carico da altri soggetti (20) e il 3% non è accoglibile (8).

Si è partiti dalla mappatura dei circa 300 interventi e dalla loro suddivisione per arrivare quindi alla distribuzione agli uffici e ai soggetti terzi interessati. Attività svolte fino al 21 luglio 2023, quando si poteva contare già su 23 azioni immediatamente completate (pari all’8%). Dalla fine di luglio ad oggi si è proceduto quindi con la presa in carico delle segnalazioni arrivando ai 126 interventi portati a termine. Per quanto riguarda le azioni programmate o in corso di esecuzione si è passati dalle 43 di luglio (15%) alle 61 (21%) attuali.

Le azioni valutate come eseguibili e che saranno finanziate nei prossimi mesi si sono ridotte da 80 (27%) a 18 (6%) in quanto per la maggior parte già eseguite da luglio a settembre 2023. Gli interventi che rientreranno nella programmazione triennale dei lavori pubblici vanno dai 74 di luglio (25%) ai 63 attuali (21%). Ci sono poi le segnalazioni che richiedono la presa in carico di soggetti terzi, passate da 55 (19%) a 20 (7%). Tra questi anche privati cittadini che l’amministrazione ha sollecitato a intervenire per risolvere le criticità segnalate.

La fascia dei 21 interventi (7%) ritenuti a luglio carenti di informazioni è scomparsa poiché gli uffici sono riusciti a comprendere tutte le situazioni. Di queste, 8 (3%) sono state ritenute non accoglibili per motivi tecnici o di sicurezza.

Cosa ha detto l’assessore Cristiano Spiller

300 piccole cose vicenza
Cristiano Spiller

A 100 giorni dall’inizio del mandato possiamo dirci soddisfatti del lavoro svolto finora. I 200 mila euro già stanziati sono andati del tutto esauriti con le 187 segnalazioni sostanzialmente risolte. Un’altra quota di interventi, più complessi o che richiedono progetti ad hoc, rientreranno nella programmazione triennale dei lavori pubblici”.

In quest’ultimo caso, sono stati forniti anche alcuni esempi: la fontana di piazza San Lorenzo e asfaltature. “In questo ambito – ancora Spiller – rientrano anche azioni già inserite in altri progetti, tra i quali quelli finanziati con i fondi del Pnrr. È il caso della staccionata del Giardino Salvi, che verrà completamente sostituita nell’ambito del cantiere per la riqualificazione dell’area che partirà a novembre. Si è trattato quindi di un lavoro notevole, fatto anche di molti sopralluoghi, realizzato dagli uffici, che ringrazio, in aggiunta alla normale gestione amministrativa delle segnalazioni”, ha concluso l’amministratore comunale.