“A lezione da Aldo Moro”: Un libro edito da “Foglio Edizioni” e in vendita con Il Foglio quotidiano il 16 dicembre prossimo

Gli autori, tra cui Giorgio Balzoni, Giovanni Castelvecchio, Francesco Saverio Fortuna, Fortunato Nino Lazzaro, Valter Mainetti e Franco Tritto, offrono un'istantanea della vita accademica e personale accanto al "Professore".

1503

Così scrive il noto storico Giorgio Caravale, che ha curato la stesura e l’introduzione di un nuovo libro su Aldo Moro intitolato “A lezione da Aldo Moro”: “L’Università può e deve tornare a essere, oltre che il luogo di formazione delle nuove generazioni, lo spazio di costruzione di un dialogo fruttuoso tra società e politica: e potrà farlo solo se riuscirà a liberarsi dalla morsa di un processo di burocratizzazione apparentemente inarrestabile e da una logica interna troppo spesso autoreferenziale. Come ci chiedono le pagine che il lettore tiene tra le mani, cultura e politica possono e devono ritrovare oggi un modo per incontrarsi di nuovo“.

Cover libro A lezioni da Aldo Moro
Cover libro A lezioni da Aldo Moro

I contributi raccolti nel volume “A lezione da Aldo Moro, ricordi e memorie dalle aule universitarie” edito da “Foglio Edizioni” e distribuito con “Il Foglio quotidiano” il 16 dicembre p.v., costituiscono anche un ulteriore tassello della crescente attenzione che la storiografia ha mostrato negli ultimi anni nei confronti della vicenda biografica del leader democristiano.

Quest’opera non si limita a ripercorrere la tragica fine del politico, ma si propone come uno sguardo originale sulla passione e l’energia che uno dei più autorevoli politici della Prima Repubblica dedicava al suo ruolo di docente ed educatore.

Il Moro docente universitario aveva l’obiettivo di creare attorno alle aule universitarie una autentica comunità di giovani, dove ognuno si sentisse compreso e accolto. La sua didattica umanitaria, come la definisce Caravale, era un progetto educativo che mirava a formare non solo professionisti competenti, ma anche individui consapevoli e responsabili.

Il libro è parte di una crescente attenzione della storiografia verso la biografia del leader democristiano. Gli autori, tra cui Giorgio Balzoni, Giovanni Castelvecchio, Francesco Saverio Fortuna, Fortunato Nino Lazzaro, Valter Mainetti, imprenditore e docente universitario  allievo di Moro, di cui riportiamo in copertina una video interista, e Franco Tritto, offrono un’istantanea della vita accademica e personale accanto al “Professore”.

Moro, rivolgendosi agli studenti interessati alla politica, sottolineava l’importanza di conquistare una posizione professionale come condizione essenziale per intraprendere una carriera politica. La politica, per Moro, non doveva essere solo un mestiere, ma richiedeva un solido ancoraggio alla realtà del paese, un punto di vista privilegiato per affrontare i problemi della società avendo un lavoro indipendente dalla politica come forma di sostentamento.

“A lezione da Aldo Moro” si presenta come un libro di straordinaria attualità, poiché l’esempio del politico offre preziose lezioni su come la politica e l’università, insieme, siano strumenti indispensabili per comprendere e governare la società contemporanea.