Affrontare un lutto: se ne parla ad Arzignano il 16 gennaio

138

In vari momenti della vita, le persone sperimentano situazioni dolorose e traumatiche, come lutti e perdite; eventi che segnano la vita delle persone e tuttavia costituiscono tappe tanto dolorose quanto fondamentali dell’esistenza umana, di fronte alle quali non sempre si è preparati. Per essere superati, tali momenti richiedono tempi e strumenti di elaborazione, diversamente possono interferire con la qualità di vita di chi li attraversa. Proprio per questo, martedì 16 gennaio alle ore 20.30 si terrà un incontro gratuito nell’aula magna dell’Istituto Tecnico Statale Galileo Galilei di Arzignano, intitolato “Parole e gesti per dire addio, strategie e strumenti operativi per aiutare e sostenere chi sta vivendo una perdita e un lutto”. 

L’incontro è reso possibile grazie alla collaborazione fra il Comune di Arzignano, l’Istituto Tecnico Galilei, il progetto Reti di Comunità e l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII. L’incontro verrà condotto da Marco Maggi Consulente educativo, da circa 25 anni realizza attività formative di promozione nelle scuole di ogni ordine e grado. E’ coordinatore di progetti di prevenzione per Comuni, enti pubblici e agenzie educative. Autore e curatore di diverse pubblicazioni, sulla prevenzione del disagio giovanile e la promozione del benessere. È specializzato in pastorale della salute e del lutto. 

Abbiamo pensato come amministrazione comunale di proporre questa serata poiché riteniamo possa essere utile ed importante per la cittadinanza, visti anche i recenti dolorosi eventi che hanno coinvolto alcune famiglie e tutta la comunità” dichiara l’assessore al Sociale e vicesindaco Alessia Bevilacqua. “E’ importante affrontare alcune tematiche insieme, cercando di aiutare famigliari, amici e soprattutto adolescenti e bambini quando si trovano ad affrontare una situazione così triste e dolorosa“.

In questo percorso si cercherà di scoprire come le persone (adulti e minori) possono “resistere” nelle situazioni avverse della vita, quali perdite affettive (separazioni) o geografiche (allontanamento dalla propria osa, terra, lingua, cultura e religione) e durante eventi traumatici e difficili, come i lutti. L’incontro si propone di fornire strategie e strumenti operativi per aiutare, sostenere e rafforzare la resilienza nelle persone e, in modo specifico, nei bambini e negli adolescenti, che vivono e “portano” queste perdite e lutti, all’interno dei loro luoghi di vita e di relazione (scuola, famiglia, sport, parrocchia, associazioni, ecc…).
Due le macro tematiche che saranno affrontate:
-Le perdite e il lutto (Fragilità umana / Trauma / Le perdite nella vita / Il cordoglio e le tipologie di cordoglio / Il lutto e i fattori che ne influenzano il processo / Tipologie di morti, espressioni del dolore e reazioni al lutto / L’elaborazione del lutto e le sue fasi/ lutto fisiologico e complicato).
-Il lutto infantile (Il lutto infantile e adolescenziale: ciò che i minori pensano della morte / Tipologie di morti e reazioni / fattori che influenzano il processo dell’elaborazione del lutto /Cosa fare e cosa dire).