Aggressioni e furti in centro a Vicenza, Rucco chiede rinforzi al prefetto: “governi precedenti hanno fatto entrare di tutto”

316
Rucco chiede rinforzi per le aggressioni in centro
ucco chiede rinforzi per le aggressioni in centro

Viale Eretenio, contra’ Barche, contra’ Pescherie Vecchie, ponte San Paolo. Queste sono le zone di Vicenza, tutte centrali, dove negli ultimi mesi si sono consumati furti e aggressioni, gli ultimi due episodi la scorsa settimana con un 30enne derubato dell’auto da una baby gang mercoledì e un pizzaiolo inseguito e picchiato venerdì sera. Il primo cittadino del capoluogo berico Francesco Rucco non ci sta, anche a fronte della recente classifica pubblicata dal Sole24Ore che vede Vicenza salire di quattro posizioni per quanto riguarda sicurezza e giustizia nel 2021 aggiudicandosi il tredicesimo posto a livello nazionale. “Ho sentito il prefetto e mercoledì ho convocato il tavolo sulla sicurezza pubblica perché abbiamo un problema di controlli nella fascia notturna – spiega il sindaco di centrodestra -. La polizia locale chiude il servizio a mezzanotte, massimo mezzanotte e mezza nel week end, per cui dopo quell’ora la sicurezza è in mano di polizia e carabinieri, che non possono essere impiegati solo per fare i controlli sul super green pass. Io da sindaco ho il dovere di esprimere vicinanza e solidarietà alle persone aggredite e non si può pensare di non occuparsi della sicurezza in città. Chiederò un rafforzamento dei controlli notturni da parte delle forze dell’ordine. Stiamo identificando i responsabili dei recenti episodi e molti vengono da ambienti di sbandati e senza fissa dimora; purtroppo ereditiamo dai governi precedenti una situazione di sbandati a spasso perché i governi degli ultimi anni hanno fatto entrare di tutto. Dobbiamo assolutamente correre ai ripari”.