Deve scontare pena per una serie di furti, Algerino rintracciato e arrestato nel Vicentino

198

Nella giornata di ieri, gli agenti del commissariato di Bassano del Grappa hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese, in provincia di Palermo, nei confronti di un cittadino straniero di origine algerina per una condanna definitiva a 4 anni e 8 mesi di reclusione per reati contro il patrimonio commessi in provincia di Palermo.

L’uomo è stato rintracciato a Cassola presso l’abitazione del fratello, dove si trovava in visita da qualche mese.

Lo straniero è stato ritenuto responsabile con sentenza definitiva per tre furti in abitazione, aggravati dalla violenza sulle cose, avvenuti nel marzo del 2015 in località Ficarazzi (PA), ai danni di alcune villette adibite a case vacanza per turisti.

Lo stesso si era inoltre evidenziato nel territorio della regione Veneto, in particolare nella provincia di Verona, per l’accusa di ricettazione, in quanto trovato in possesso di merce di provenienza furtiva. 

L’uomo è stato pertanto immediatamente tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale “Del Papa” di Vicenza per scontare la prevista pena

Poiché privo di permesso di soggiorno in Italia, il Questore della provincia di Vicenza Dario Sallustio ha avviato le procedure per il rimpatrio successivo all’espiazione della pena.