Allerta gialla per il Bacchiglione nel Vicentino, previste perturbazioni

576
maltempo vicenza bacchiglione allerta idraulica gialla

La protezione civile del Veneto ha diramato oggi, venerdì 1° dicembre 2023, allerta gialla per due bacini regionali tra cui quello del fiume Bacchiglione. Con il bacino Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, che interessa le province di Vicenza, Verona, Treviso e Belluno, sotto attenzione anche quello del Piave Pedemontano (province di BL-TV).

Il meteo regionale comunica che tra questo pomeriggio e domani mattina, sabato 2 dicembre 2023, il tempo sarà perturbato con precipitazioni estese sulle zone centro settentrionali e quantitativi anche abbondanti di pioggia, in particolare su Prealpi e Dolomiti meridionali.

Altrove i fenomeni saranno di minore entità. Nel corso di domani si verificherà un abbassamento significativo del limite della neve: venerdì oltre i 2000/2400 metri, in abbassamento nel corso di sabato a partire dalle Dolomiti e dal pomeriggio anche sulle Prealpi, fino a raggiungere i fondovalle dolomitici e quote intorno a 600-900 m sulle Prealpi. 

Vengono inoltre segnalati rinforzi dei venti specie sulle zone montane e costa/pianura limitrofa.

È sulla base di queste previsioni meteo, che il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile regionale ha emesso un bollettino che, dalle 16 di oggi alla mezzanotte di domenica 3 dicembre, dichiara lo stato di Attenzione (allerta gialla) per criticità idrogeologica nei bacini Piave Pedemontano e Alto Brenta Bacchiglione Alpone.

Previsione meteo sabato 2 dicembre

Fino al pomeriggio coperto eccezion fatta per Rodigino e zone limitrofe, dove si alterneranno nuvole e rasserenamenti. Di sera a partire da ovest diminuzione della nuvolosità fino a cielo sereno o poco nuvoloso.

Precipitazioni. Fino al pomeriggio: sulla pianura andando da sud a nord probabilità da medio-bassa (25-50%) a medio-alta (50-75%) per piogge da sparse/brevi/modeste a estese/discontinue/moderate; sui monti probabilità alta (75-100%), saranno estese/frequenti/abbondanti con quota neve in graduale abbassamento, arrivando durante le ore pomeridiane sulle Dolomiti fino a tutti i fondovalle mentre sulle Prealpi fino a 600-900 metri. Di sera in esaurimento a partire da ovest.

Temperature. Fino al pomeriggio saranno più alte e di sera più basse in modo anche sensibile rispetto a venerdì. Minime a tarda sera. Valori sopra la media anche di molto.

Venti. In alta montagna tesi forti con tendenza a ruotare da sud-ovest a nord-ovest. Altrove con direzione e velocità variabili, a tratti anche forti. Mare. Da molto mosso a mosso col passar delle ore.