Alluvione Vicentino, il vescovo Brugnotto: “Serve vicinanza concreta alle persone” Indetta una colletta

220
malo ponte interrotto alluvione vicentino

A seguito dell’alluvione del Vicentino dei giorni scorsi, la Diocesi di Vicenza ha indetto una raccolta donazioni durante le messe del prossimo fine settimana. L’obbiettivo è sostenere le famiglie delle località flagellate dal maltempo.

“Mi ha profondamente colpito domenica scorsa vedere i danni che le bombe d’acqua dei giorni scorsi hanno portato a molte famiglie della nostra diocesi – ha dichiarato il vescovo Giuliano Brugnotto -. Ho visto molta solidarietà concreta da parte di tante persone. Ho espresso la mia vicinanza e quella della diocesi, ho anche potuto confermare la disponibilità della Caritas Ambrosiana a prestare alcune asciugatrici, ma pensavo che si dovesse fare di più. Serve essere vicini in modo concreto alle persone che hanno perso tutto e riattivare quella buona vicinanza che caratterizza da sempre il nostro territorio”, ha concluso il monignore.  

Il territorio vicentino è stato infatti pesantemente colpito dall’alluvione in pochi giorni. A soffrire maggiormente sono le comunità di Castelnovo di Isola Vicentina, Malo e Monte di Malo, dove si contano centinaia di case allagate.

Quanto raccolto sarà impiegato da Caritas Diocesana Vicentina, incaricata di occuparsi materialmente degli aiuti nei confronti delle famiglie che sono in uno stato di bisogno per colpa di questa calamità.

Al di là di quanto sarà raccolto durante le Sante Messe, è già possibile effettuare donazioni all’Associazione Diakonia onlus (ente gestore dei servizi di Caritas Diocesana Vicentina), specificando la causale “Alluvione nel Vicentino”:

  • a mezzo assegno bancario o circolare;
  • versamento sul c/c postale n. 29146784;
  • bonifico bancario sul c/c Iban IT96L0839911801000000131962 intestato a Associazione Diakonia Onlus presso Banca delle Terre Venete – filiale di Vicenza.

Detraibilità fiscale

Detrazione ex art. 83, c. 1 del D.Lgs 117/2017 (30% fino a 30.000 euro). La detrazione è consentita solo se il pagamento è tracciato (tramite banche, uffici postali o altri sistemi di pagamento tracciati).

 Deducibilità fiscale

Deducibilità prevista dall’art. 83, 2 c. 2 del D.Lgs 117/2017 (erogazioni agli ETS deducibilità nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato).

Deducibilità prevista dall’art. 27 c. 1 e 4 L. 13/5/99 n. 133 (erogazioni a favore delle popolazioni colpite da eventi di calamità pubblica o altri eventi straordinari anche se avvenuti in altri Stati, per il tramite di Fondazioni, di Associazioni, di Comitati e di Enti).

Attenzione: per consentire all’Associazione Diakonia onlus di comunicare la donazione ricevuta all’Agenzia delle Entrate (adempimento previsto per le dichiarazioni fiscali precompilate), chiediamo di fornire i seguenti dati fiscali: cognome, nome, codice fiscale e indirizzo del donatore, scrivendo una mail a diakonia@caritas.vicenza.it.